Home | Pagine di storia | C'era una volta il Paese Nero: l'epopea dei Trentini in Belgio

C'era una volta il Paese Nero: l'epopea dei Trentini in Belgio

Dall'8 al 14 maggio: ecco la nuova programmazione televisiva di History Lab



Continua sul 602 del digitale terrestre e su hl.museostorico.it la nuova programmazione di History Lab. Uno dei programmi – in onda il venerdì sera e in replica il lunedì – è dedicato all'emigrazione dei trentini nel cosiddetto «Paese Nero», il Belgio delle miniere di carbone.
Chi sono e dove abitano le persone che settant'anni fa decisero di trasferirvisi lasciando le loro famiglie?
Chi è rimasto, chi è ritornato?
 Partendo da queste domande, il programma, a cura di Tommaso Pasquini, ricostruisce e racconta in sei puntate la migrazione italiana e trentina verso il Belgio.
Intervistando i testimoni, mostrando i paesi lasciati e quelli ritrovati, interrogandosi sui simboli e ricercando il senso dei luoghi.

 Di seguito tutte le prime serate di History Lab
Lunedì 8 maggio, ore 20.30 e 22 (in replica martedì 9, ore 15.00)
I NUOVI DOCUMENTARI
NUOVE MIGRAZIONI. GIOVANI TRENTINI E MOBILITA' TRANSNAZIONALE
Le testimonianze di chi sta facendo esperienza di lavoro all’estero, giovani compresi in una fascia di età che va dai trenta ai quarant'anni, caratterizzati da una grande intraprendenza, dal plurilinguismo e dall’alta formazione. Le voci di questi giovani espatriati al fine di comprendere le dimensioni del fenomeno e riflettere sulle possibilità che ha l’'Italia di tornare ad essere “un Paese per giovani”. A cura di Francesco Bontadi, Tiziana Calzà e Laura Robustelli. Una produzione Mnemoteca del Basso Sarca.
 
Martedì 9 maggio, ore 20.30 e 22 (in replica mercoledì 10, ore 15.00)
IN CERCA DI REGOLE. SULLE TRACCE DELLE ANTICHE COMUNITÀ
PT3: PINÉ, PER MOLTI SECOLI 13 VILLAGGI
A cercar bene negli edifici, nei documenti, nei nomi dei luoghi e pure nelle consuetudini del Trentino, si trovano ancora oggi le tracce di una storia antica che inizia nel Medioevo e percorre tutta l'Età moderna. È la storia delle “Comunità rurali” o “Regole”. Tra di esse Piné rappresenta un caso particolare perché molto estesa (era formata da 13 villaggi) e duratura.
Un programma di Alice Manfredi e Mauro Nequirito: regia e montaggio Marco Busacca; responsabile di produzione Matteo Gentilini.
 
Mercoledì 10 maggio, ore 20.30 e 22 (in replica giovedì 11, ore 15.00)
IN TV. INCHIESTE ITALIANE
PT2: ROTOCALCO SOCIALE
La serie esplora un genere di scoperta e denuncia, spesso osteggiato e censurato: l’inchiesta. Con gli anni Sessanta l’inchiesta televisiva inizia a raccontare in profondità la società che abita il Paese: nasce il giornalismo televisivo. Di quella vibrante stagione e dei suoi giovani protagonisti ci parlano Ugo Gregoretti e Liliana Cavani. Un programma di Michele Toss e Sara Zanatta, realizzato da Motion Studio; con la partecipazione di Raffaele Crocco.
 
Giovedì 11 maggio, ore 20.30 e 22 (in replica venerdì 12, ore 15.00)
LE FIGLIE INVISIBILI
PT. 3: EDUCAZIONE E RICREAZIONE
I modelli educativi di riferimento a Villa Maria miravano al costante utilizzo del tempo in varie attività, domestiche, ludiche e laboratoriali. Lo scopo era l’incremento (o il mantenimento) delle competenze cognitive delle ospiti. La religione, tra luci ed ombre, aveva un’importanza centrale.
Un programma di Nicola Lott e Federico Scienza.
 
Venerdì 12 maggio, ore 20.30 e 22 (in replica sabato 13, ore 15.00)
C'ERA UNA VOLTA IL PAESE NERO. L'EPOPEA DEI TRENTINI IN BELGIO
PT.3: IL MINATORE
Giancarlo Erbì ci fa da guida tra i cunicoli della miniera di Blegny per spiegarci il mestiere del minatore. Le ricostruzioni allestite lungo le gallerie mostrano le difficoltà di questo lavoro, per cui molti trentini lasciarono il proprio paese. Ma per capire cosa significava lavorare mille metri sottoterra bisogna ascoltare chi l'ha fatto
Un programma di Tommaso Pasquini.
 
Sabato 13 maggio, ore 20.30 e 22 (in replica lunedì 15, ore 15.00)
STORIE IN SCATOLA
PT. 3: UNA TROMBA TROVATA IN UN MERCATINO E ALTRI OGGETTI
Nuove scatole e nuove storie per il programma realizzato con l'Area educativa della Fondazione Museo storico del Trentino. Le puntate sono l'ultima tappa di un percorso didattico in cui i ragazzi imparano cosa sono le fonti storiche e come lavorano gli storici. Questa serie è stata realizzata insieme ai ragazzi della Scuola primaria “Raffaello Sanzio” di Trento.
Un programma di Luca Caracristi e Alice Manfredi; riprese e montaggio di Ambrose Mbuya.
 
UNITARIA-MENTE
PT.3: RENATO BALLARDINI
Avvocato e uomo politico rivano, Ballardini è una figura di riferimento nel panorama politico nazionale e locale. Attraverso la sua vicenda personale, da giovane partigiano a deputato impegnato nei diritti civili, riflette sulla complessità del nostro dopoguerra e dell’età contemporanea. Riprese e montaggio: KR-Movie - Franco Ginero. Una produzione Mnemoteca del Basso Sarca.
 
Domenica 14 maggio, ore 10.00, 15.00 e 20.30
HISTORY LAB REPLAY

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni