Home | Pagine di storia | Lavoro, Impresa, Comunità: la Segheria Moruzzi (1948-1985)

Lavoro, Impresa, Comunità: la Segheria Moruzzi (1948-1985)

Una nuova mostra della Fondazione Museo storico del Trentino

image

Fine anni cinquanta, la comunità della Fratelli Moruzzi.
 
È stata inaugurata una mostra realizzata dalla Fondazione Museo storico del Trentino e dedicata alla storia della segheria Moruzzi di Lavis: il suo avvio grintoso nel dopoguerra, le ristrutturazioni negli anni sessanta e settanta, la grande espansione e la possibilità di diventare un'impresa leader, il rapido declino negli anni ottanta.
Il percorso espositivo, curato da Alberto Ianes, Giovanna Moruzzi e Alberto Tomasi, sarà visitabile fino all'11 giugno con ingresso libero.
Un percorso che si sviluppa in tre sezioni distribuite in più sale, arricchito da sei video-installazioni che nel complesso restituiscono un pezzo di storia della segheria Moruzzi e del contesto tutt'intorno.
Ad accompagnare il lavoro un catalogo ricco di immagini e testimonianze.
 

Nel giorno della festa di San Giuseppe Autorità e familiari visitano lo stabilimento.
 
La segheria Moruzzi, fondata dai fratelli Carlo, Paolo e Filippo, inizia l’attività nel 1948. L’azienda vive tre fasi. La prima, dal 1948 alla fine degli anni cinquanta.
All’inizio degli anni sessanta si ampliano gli spazi, vengono potenziati i macchinari, aumentano la produzione e la commercializzazione del prodotto.
Nel 1973 inizia la terza fase, con la più decisiva modernizzazione: la F.lli Moruzzi sale ai primi posti in Italia e nell’arco alpino come produzione di segati da impiegare nell’edilizia, nella carpenteria, nelle falegnamerie. L’investimento, in termini progettuali e finanziari, è notevole.
Ogni ciclo produttivo è sostenuto da tecnologie d’avanguardia. Nel momento di massima espansione, la segheria occupa quasi 200 persone.
Pur nella differenza di mansioni, i dipendenti manifestano un senso di appartenenza non comune: sono i protagonisti di una storia di comunità che s’interrompe bruscamente nel 1985, quando l’attività della segheria è sopraffatta da una complessa crisi economico-finanziaria.
 

Paolo Moruzzi.
 
Assieme ai curatori, erano presenti all'inaugurazione Andrea Brugara, sindaco del Comune di Lavis, Franco Castellan, assessore all'ambiente, vivibilità, agricoltura, industria e artigianato del Comune di Lavis, Paolo Facheris, presidente del Consiglio comunale di Lavis, Luca Paolazzi, assessore all'urbanistica, sport e partecipazione del Comune di Lavis, Caterina Pasolli, assessore alla cultura e politiche giovanili del Comune di Lavis, Patrizia Marchesoni, Fondazione Museo storico del Trentino.

LAVORO, IMPRESA, COMUNITÀ: LA SEGHERIA MORUZZI (1948-1985)
Lavis (TN), Palazzo de Maffei - 20 maggio-11 giugno 2017
Orario di apertura con ingresso libero (lunedì chiuso):
Da martedì a venerdì: 17.00-19.00 - sabato e domenica: 10.00-12.00; 16.00-19.00
Info e prenotazioni: www.museostorico.it – info@museostorico.it - Tel. 0461 230482
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni