Home | Pagine di storia | La Regola Feudale di Predazzo: gestione del bene comune

La Regola Feudale di Predazzo: gestione del bene comune

Inaugurazione venerdì 13 luglio, alle 17, al Museo Geologico delle Dolomiti a Predazzo

image

Photo Riccardo Demartin.
 
Sarà inaugurata venerdì 13 luglio alle 17.00, al Museo Geologico delle Dolomiti a Predazzo, la mostra La Regola Feudale di Predazzo, gestione del bene comune.
L’esposizione, frutto del dialogo che il Museo Geologico ha istaurato con le istituzioni del territorio (in questo caso la Regola Feudale di Predazzo) illustra le principali tappe della storia della Regola, un'istituzione delineatasi nel corso del tardo Medioevo che fonda le sue radici sulla cultura della gestione condivisa e partecipata del territorio del Monte Vardabe, o Monte Feudo.
La Regola Feudale di Predazzo rappresenta un modo diverso di possedere, caratterizzato - dal punto di vista giuridico - da un ordinamento privatistico che riconosce il diritto di godimento comunitario su dei beni a un insieme di individui, i vicini.
Questo tipo di organizzazione riveste una grande importanza per la tutela dei beni territoriali materiali come boschi e pascoli e anche immateriali, come il paesaggio e la cultura del luogo.
 
L’allestimento trae spunto dagli studi raccolti nel volume «La Regola Feudale di Predazzo. La storia, l’autogoverno, l’economia e le tradizioni nella particolare natura giuridica di una comunità solidale» pubblicato nel 2017 e valorizza i preziosi documenti d’archivio, le fonti orali, le interviste e le immagini d’epoca.
In considerazione dell’importanza del bosco per l'istituzione, l’allestimento della mostra porta un pezzo di foresta del Monte Feudo dentro il museo.
La visita sarà quindi una sorta di «passeggiata» all'interno della storia e del bosco, durante la quale si potranno ammirare anche i documenti fondativi della Regola, tra i quali il più antico conservato (del 1388) e il primo statuto, risalente al 1608.
 
Curata da Rosa Tapia e Riccardo Tomasoni per il Museo Geologico delle Dolomiti e Alberto Felicetti «Checolin», Bruno Bosin, Guido Dezulian, Giacomo Boninsegna per la Regola Feudale di Predazzo, l’esposizione ha visto la preziosa collaborazione di studiosi che - da tempo - si occupano della storia della Regola: Italo Giordani, Rodolfo Taiani della Fondazione Museo Storico del Trentino e Annibale Salsa, membro del comitato scientifico del Museo Usi e Costumi della Gente Trentina e della Fondazione Dolomiti Unesco.
L'evento sarà occasione per presentare il programma delle attività che il museo propone per l’estate 2018.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone