Home | Pagine di storia | Massimiliano d'Asburgo, «esempio per l'Europa»

Massimiliano d'Asburgo, «esempio per l'Europa»

Il presidente Arno Kompatscher ha partecipato a Innsbruck alle celebrazioni per i 500 anni dalla morte dell’Imperatore

Il 12 gennaio 1519, esattamente 500 anni fa, moriva a Wels, nell'Austria Superiore, l'imperatore Massimiliano I d'Asburgo, una delle figure più importanti del periodo a cavallo fra il medioevo e l'età moderna.
Il suo ruolo, per la storia tirolese, è stato talmente centrale che per tutto l'anno, nel Tirolo del Nord, si susseguiranno una serie di manifestazioni e iniziative.
L'atto inaugurale delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Massimiliano I d'Asburgo si è svolto oggi (12 gennaio) a Innsbruck, e vi ha partecipato anche il presidente della Provincia di Bolzano, nonché dell'Euregio, Arno Kompatscher.
 
Pur non approvando tutto l'operato dell'ex imperatore, il Landeshauptmann nel suo intervento ha sottolineato che «la sua forza di volontà e la sua capacità di guardare con coraggio al futuro, in un periodo di grande insicurezza come quello che ha fatto seguito alla fine del medioevo, rendono Massimiliano I d'Asburgo una delle figure da prendere ancora oggi come esempio in Europa».
Anche il governatore tirolese, Günther Platter, ha posto l'accento sulla forte personalità dell'ex imperatore.
«Un visionario che ha sempre sostenuto con forza la scienza e l'arte, – ha concluso Platter. – Massimiliano I d'Asburgo era un tirolese nel cuore e un europeo nell'anima.»
 
Da oggi, e per tutto il 2019, in Tirolo verranno organizzate oltre 120 iniziative in occasione dei 500 anni dalla morte dell'ex imperatore del Sacro romano impero.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni