Home | Pagine di storia | Wittgenstein, il Tractatus, la guerra, la prigioni

Wittgenstein, il Tractatus, la guerra, la prigioni

Seminario di studi che si svolgerà a Levico Terme l'8 e il 9 febbraio 2019

La Grande Guerra segna in modo indelebile la composizione del Tractatus.
Se fino alla guerra Ludwig Wittgenstein era stato un uomo «del tutto estraneo alla società umana» e concentrato sui problemi dei fondamenti, questa nuova realtà lo mette di fronte a problemi che riguardavano l’ambito della religione e dell’etica: iniziato come un libro sulla logica il risultato è un libro il cui nucleo è l’etica.
La stesura del Tractatus coincide con il periodo bellico. Quando scoppia il conflitto gran parte delle tesi logiche sono pressoché definitive, anche se Wittgenstein continuerà a ragionare intorno ai problemi della logica fino alla metà del 1916, ma tutte le riflessioni che riguardano l’etica, l’estetica, dio e il mistico, sono elaborate al fronte.
Vi è un rapporto preciso tra il mondo sconvolto dalla guerra in cui si aggira il soldato Wittgenstein, tra villaggi ridotti in macerie dalle artiglierie russe, e l’ossessiva ricerca di un ordine.
Wittgenstein partecipa alla battaglia di Vittorio Veneto e il 3 novembre 1918 viene fatto prigioniero e costretto nell’improvvisato accampamento allestito nella piana di Vigolo Vattaro.
Dal Trentino viene mandato a Bellagio, poi al campo di concentramento di Bergamo e successivamente trasferito al campo di prigionia per ufficiali di Cassino, dove resterà fino al 26 agosto 1919.
Il suo capolavoro sarà pubblicato due anni dopo, nel 1921.
 
 Programma 
8 febbraio, inizio lavori ore 15.30
Presiede Luigi Dappiano
Luciano Bazzocchi (Università di Siena), L’albero del Tractatus
Marco Damonte (Università di Genova), Scritti e letture di Wittgenstein durante la Prima guerra mondiale
Massimo Libardi (Biblioteca Archivio del CSSEO), La guerra e il Tractatus
Ferdinando Luigi Marcolungo (Università di Verona), Il mistico in Wittgenstein
 
9 febbraio, inizio lavori ore 9.30
Presiede Massimo Libardi
Luigi Dappiano (Biblioteca Archivio del CSSEO), Ciò che io invento sono nuove similitudini
Micaela Latini (Università dell’Insubria), Wittgenstein a Cassino. Un percorso tra filosofia, teologia e arte
Floarea Virban (CAPA Florence & Vanderbilt University-CET): Wittgenstein: verso una rifondazione trans-mentale della filosofia
 
I lavori del seminario di studi si terranno a Levico Terme, presso la sede della Biblioteca Archivio del CSSEO (Via Stazione 16).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni