Home | Pagine di storia | Terremoto d'Abruzzo | Emergenza terremoto/ 1. Attivata la Provincia autonoma di Trento

Emergenza terremoto/ 1. Attivata la Provincia autonoma di Trento

Partito un elicottero completamente attrezzato. Alle 10 parte una squadra con unità cinofile, a mezzogiorno si avvia la «colonna mobile»

La sala operativa che doveva definire le modalità di intervento dei Trentini per prestare soccorso ai terremotati de l'Aquila era stata convocata d'urgenza dal dirigente generale del Dipartimento protezione civile, d'intesa col presidente la Provincia.
L'appello alla mobilitazione delle regioni è arrivato da Roma. Il Trentino metterà a disposizione la propria «colonna mobile» e poco fa è stato deciso che questa partirà alle 12 di oggi. A disposizione anche un elicottero con rianimatore.


Dopo il terremoto che ha colpito questa notte l'Abruzzo attorno alle 3.30, la Protezione civile trentina si è immediatamente attivata. Un primo contingente con le unità cinofile e i responsabili della logistica parte già attorno alle 10. La colonna mobile al completo parte invece da Trento alla volta de L'Aquila attorno alle 12. Un centinaio le persone mobilitate fra vigili del fuoco permanenti e volontari, più alcuni forestali e Nu.vo.la.

«Dalle informazioni in nostro possesso la situazione è più grave rispetto a quanto apparso in un primo momento», ha detto il capo della Protezione civile Raffaele De Col, che coordina le operazioni dalla sala operativa dei Vigili del Fuoco di Trento.
La colonna mobile, che raggiungerà l'Abruzzo in serata, è completa di materiali e attrezzature per scavo, demolizione e puntellaggio degli edifici, nonché di tutto il necessario per allestire un campo per un centinaio di persone (tende, letti, cucine ecc.). In tutto una ventina di mezzi con relativi container. Partiranno anche alcune unità cinofile e alcuni psicologi.

Le autorità nazionali hanno considerato utile anche l'intervento dell'elicottero di soccorso messo a disposizione della protezione civile trentina, e poco fa c'è stata la conferma dalla sala operativa riunita dalle 8 nella caserma dei vigili del fuoco.
L'equipaggio dell'elicottero vede la presenza di una squadra completa, compreso il medico rianimatore. Arriverà all'ospedale de l'Aquila.
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni