Home | Pagine di storia | Terremoto d'Abruzzo | Terremoto d’Abruzzo: Partito da Bolzano un secondo contingente

Terremoto d’Abruzzo: Partito da Bolzano un secondo contingente

Sono pronti un altro centinaio di operatori della protezione civile, in attesa dell'eventuale chiamata

Un gruppo di ricognizione composto da rappresentanti di vigili del fuoco volontari, Croce bianca e Croce rossa, assieme a due tecnici della Ripartizione protezione civile della Provincia, è partito oggi pomeriggio con due mezzi alla volta dell'Abruzzo colpito dal terremoto.
A Bolzano sono pronti oltre un centinaio di operatori della protezione civile, si attende la chiamata dall'area di crisi.
Il presidente della Provincia Luis Durnwalder conferma che «il coordinamento è cruciale per evitare di intasare la macchina dei soccorsi.»

La prima squadra di intervento giunta ieri (6 aprile) in Abruzzo dall'Alto Adige, composta da vigili del fuoco del corpo permanente, è in azione a Pizzoli, 15 km a nord del capoluogo abruzzese. Oggi nel pomeriggio è partito per L'Aquila un gruppo di ricognizione, composto da alcuni rappresentanti dei vigili del fuoco volontari della scuola di Vilpiano, della Croce bianca e della Croce rossa - preparati per il servizio di sussistenza - e da due tecnici della Ripartizione Protezione civile della Provincia.

Oltre un centinaio di operatori della protezione civile altoatesina resta mobilitato a Bolzano: la colonna si metterà in marcia non appena arriverà la specifica richiesta dalle autorità che gestiscono gli interventi nell'area di crisi.
«Prioritario resta infatti il coordinamento delle forze di intervento impegnate, - conferma il presidente Durnwalder, referente della protezione civile provinciale. - Non vogliamo rischiare intasamenti nella macchina dei soccorsi, che proprio nella prima fase post-sisma devono essere efficienti al massimo.»

In attesa di conoscere zona e tipologia dell'impiego sul posto, la protezione civile altoatesina è attrezzata per interventi per l'approvvigionamento di circa 2000 persone nonché per l'alloggio di senzatetto in container abitativi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni