Home | Pagine di storia | Terremoto d'Abruzzo | Terremoto d'Abruzzo: Reparti altoatesini in preallarme

Terremoto d'Abruzzo: Reparti altoatesini in preallarme

Tutto il dispositivo di emergenza è in fase di riorganizzazione, Bolzano attende nuove di disposizioni

Dall'Abruzzo le autorità competenti hanno confermato alla Protezione civile altoatesina che è in corso la fase di riorganizzazione delle operazioni dopo la prima emergenza.
«Ci hanno chiesto di restare mobilitati e, non appena avranno approntato il piano di redistribuzione di uomini e mezzi di intervento sul campo, potremo conoscere tempi, modalità e area del nostro impiego», spiega il direttore della Ripartizione protezione civile provinciale Hanspeter Staffler.

Conclusa la prima fase dell'intervento in Abruzzo, che ha visto gli operatori della protezione civile impegnati nel salvataggio dei feriti e nel recupero delle vittime del terremoto, si stanno ora pianificando le attività per il ripristino delle condizioni di sicurezza ed agibilità di edifici, strade e servizi: è quanto hanno confermato le autorità competenti alla Protezione civile altoatesina.

«Al termine della fase di riorganizzazione delle forze di intervento sul territorio sapremo con chiarezza tempi e modalità di impiego di mezzi e operatori della protezione civile altoatesina», spiega il direttore di Ripartizione Hanspeter Staffler dopo il vertice di crisi conclusosi nel tardo pomeriggio.

I 150 uomini delle forze di intervento dell'Alto Adige restano pertanto in preallarme e pronti a partire da Bolzano in qualsiasi momento, per intervenire non appena il comando operativo centrale avrà comunicato l'area loro destinata e per sostituire i volontari impegnati nella prima fase dei soccorsi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni