Home | Pagine di storia | Terremoto d'Abruzzo | Casette di legno per i terremotati: tensione tra Lega e Dellai

Casette di legno per i terremotati: tensione tra Lega e Dellai

La Lega Nord del Trentino manda un nuovo comunicato alle redazioni. - A stretto giro di mail il Presidente della Provincia risponde punto per punto

La Lega Nord ha mandato alle redazioni un comunicato nel quale lamenta che Dellai non ha risposto alle domande poste sulle casette destinate ai terremotati dell'Abruzzo e che in certi casi avrebbe addirittura mentito.

Dellai ha fatto seguire a sua volta un comunicato per rispondere pubblicamente alla Lega.

Pubblichiamo entrambi i comunicati, precisando però che già avevamo avuto modo di discutere con la Lega sugli argomenti posti sul tavolo delle interrogazioni, spezzando una lancia a favore del Presidente (vedi articolo).

Questo il comunicato della Lega

A seguito della denuncia del gruppo consigliare della Lega Nord di mancata trasparenza nella gestione delle forniture di casette in legno per i terremotati dell'Aquila e Comuni vicini, il Presidente Dellai ha replicato con un suo comunicato che non risponde a nessuna delle nostre domande o risponde con delle bugie.
Qui di seguito presentiamo pertanto alcune domande alle quali gradiremo risposte puntuali:
Come mai sul sito della Provincia, nella sezione bandi, non si pubblicano i bandi per le opere da realizzare a seguito del terremoto dello scorso 6 aprile?
Dai documenti accessibili, fino ad oggi, la situazione relativa agli appalti è la seguente:
in data 20.04.09 è stato disposto l'acquisto di n. 15 abitazioni dalle ditte: Anzelini Legnami Besenello, Legno Più Case di Brione, Anzelini di Fondo - il 4. lotto non veniva aggiudicato.
In data 21.04.2009 viene autorizzato l'affidamento per la fornitura e posa di n. 20 unità abitative in legno e nelle determina non vi è menzione delle ditte affidatarie. Come mai? A chi è stata affidata la realizzazione delle 20 unità abitative?
In data 20.05.2009 viene autorizzato l'affidamento della fornitura di n. 25 unità abitative prefabbricate in legno, anche qui non è dato conoscere a chi, salvo che poi il 29.05.2009 la determina viene revocata senza essere riadottata fino ad oggi.
In data 25.05.2009 è stato autorizzato l'affidamento alla ditta Ille prefabbricati s.p.a., senza confronto concorrenziale come previsto, per la realizzazione di n. 8 moduli abitativi per il personale della Guardia di finanza di Coppito. Come mai questa volta non si è attivata la procedura del confronto con tre ditte?
Perché si è preferito assegnare queste 8 unità abitative alla Guardia di Finanza, piuttosto che a persone in situazione di maggior bisogno?
In data 16.06.2009 è stato autorizzato con determina l'affidamento della fornitura e posa di 90 unità abitative di prefabbricati in legno, suddivisi in 4 lotti. A chi sono state affidate queste forniture?
Dalla somma dei dati esposti, risultano autorizzati, ad oggi, affidamenti per n. 133 unità. Come si intende procedere per i prossimi affidamenti?
Una delle ditte ufficialmente aggiudicatarie è la Legno più case s.p.a. di Brione. Il Presidente conferma che detta società è partecipata al 45 % dalla Trentino sviluppo, società costituita con capitale pubblico?
Ritiene il Presidente che in questo caso siano rispettate le regole della libera concorrenza?
Il Presidente afferma che la determina n. 161 di data 19.06.2009 per la costituzione della commissione di valutazione è segretata per evitare turbative, perché le determine n. 44 del 14.04.2009 e n. 50 di data 28.04.2009, aventi medesimo oggetto, sono state regolarmente pubblicate?
Visto il comunicato del Presidente n. 2165, si chiede con quale provvedimento sono stati stanziati ulteriori 5 milioni di euro per la realizzazione di ulteriori 90 alloggi e come si intenda procedere per l'affidamento degli stessi?
Come mai quasi tutti gli affidamenti sono stati integrati ed alcuni, successivamente rettificati, per importi piuttosto consistenti?
Queste sono le domande alle quali desidereremo avere risposta per poter davvero affermare che la Provincia sta facendo davvero e solo un'operazione di solidarietà, per la quale abbiamo sempre dichiarato la nostra piena adesione.

Il gruppo dei Consiglieri provinciali della Lega Nord.



Questo il comunicato del presidente Dellai sulle procedure seguite

Con riferimento al nuovo comunicato stampa della Lega Nord a proposito delle procedure seguite dalla Provincia autonoma per la fornitura delle casette in legno per l'Abruzzo, l'amministrazione ritiene di aver già reso noto sia in aula, per il tramite del presidente Lorenzo Dellai, sia attraverso la messa a disposizione di tutta la documentazione anche di dettaglio, ogni informazione utile. In ogni caso, si provvede, ancora una volta, a richiamare - puntualmente - le risposte ai singoli quesiti avanzati.

- Il combinato disposto dell'art. 57 comma 2 lett. C e comma 6 della D Leg 163 del 2006 in caso di estrema urgenza prevede il ricorso a procedura negoziata senza pubblicazione di un bando, previo confronto concorrenziale tra almeno 3 ditte

- La determinazione n° 46 adottata in data 20 aprile 2009 autorizzava la stipulazione dei contratti con le ditte aggiudicatarie dei confronti concorrenziali esperiti in data 16 aprile 2009.
Il lotto 4 non è stato aggiudicato perché l'unica ditta che aveva presentato offerta non aveva rispettato i requisiti minimi richiesti dalla lettera di invito. In questo caso il provvedimento autorizzatorio è stato assunto dopo l'espletamento della gara, vista la ristrettezza dei tempi.
Mentre il 21 aprile 2009 è stata adottata una successiva determinazione con la quale si autorizzava l'espletamento di ulteriori 4 confronti concorrenziali per la fornitura di un altro quantitativo di 20 prefabbricati.
È evidente che i due provvedimenti fanno riferimento a due diverse procedure di gara.
1 lotto aggiudicato alla ditta BTD servizi Primiero
2 lotto aggiudicato LOG Engineering di Meano
3 lotto aggiudicato al consorzio SILTEC
4 lotto aggiudicato alla CIARA legnami

- Successivamente alla adozione della determina che autorizzava la fornitura di 25 unità abitative prefabbricate, la Protezione Civile Nazionale ha comunicato la necessità di adottare una diversa tipologia edilizia, pertanto la determina è stata revocata come specificato dettagliatamente nello stesso provvedimento di revoca.

- La ILLE prefabbricati aveva vinto nel 2008 un appalto per la fornitura e posa degli edifici nell'area addestrativa di Marco di Rovereto. In quei giorni la ditta era pronta per procedere alla posa. Constatato che i prefabbricati potevano essere utilmente utilizzati ad uso abitativo per soccorrere i terremotati è stato deciso di destinare gli edifici opportunamente modificati nell'area del terremoto rinviando quindi la realizzazione delle aule presso il centro di addestramento di Marco.

- Le relative casette poste in essere a Coppito sono destinate ad ospitare le famiglie dei militari della Guardia di Finanza di stanza nella zona, le quali non hanno, evidentemente, meno diritti delle altre. In ogni caso la tipologia degli interventi della Provincia autonoma è espressamente richiesta dalle autorità locali abruzzesi o dalla Protezione Civile Nazionale: così è stato anche nel caso in parola.

- In data 16.06.09 è stato autorizzato l'affidamento, previo concorso concorrenziale, per la fornitura e posa di strutture prefabbricate, diviso in 4 lotti, per la località di Onna.
1 lotto aggiudicato alla ILLE prefabbricati s.pa
2 lotto aggiudicato alla Legnopiù Case
3 lotto aggiudicato alla Trentino legno spa
4 lotto aggiudicato alla ILLE prefabbricati.
L'iniziativa per la realizzazione del complesso abitativo provvisorio di Onna è frutto di una collaborazione con la Protezione Nazionale Civile e la Croce Rossa Italiana. I fondi per questo intervento sono stati messi a disposizione dalla Croce Rossa Italiana, come più volte sottolineato (anche nelle comunicazioni diramate ieri a seguito dei sopraluoghi che hanno interessato il cantiere di Onna).

- Per i prossimi affidamenti si provvederà ancora ad adottare le procedure di scelta del contraente previste dalla normativa, in funzione dei tempi a disposizione.

- La partecipazione di Trentino Sviluppo al capitale sociale di un'impresa, in base a progetti di sviluppo coerenti con i piani e le direttive provinciali, non può certamente inibire all'impresa stessa lo svolgimento delle proprie attività, ivi compresa la partecipazione a procedure concorsuali svolte in base alla normativa .

- Le determine di nomina delle commissioni tecniche sono state secretate fino al momento di apertura delle buste contenenti le offerte. Risulta che anche la determina 161 sia stata pubblicata regolarmente, in quanto è stata garantita la pubblicità del provvedimento, compatibilmente con le esigenze di gara.

- Con delibera n° 1660 dd. 3 luglio, la Giunta provinciale ha effettuato una ricognizione generale degli interventi da realizzare in Abruzzo, dando conto degli impegni assunti e delle necessità finanziarie per portare a termine l'intervento di sostegno alle popolazioni colpite. Nel medesimo provvedimento sono indicate le modalità di finanziamento dei singoli interventi autorizzati.

- Le modifiche ed integrazioni citate sono state rese necessarie per rispondere alle specifiche esigenze avanzate dalla Protezione Civile Nazionale per meglio adattare gli edifici alle esigenze locali, anche sotto il profilo paesaggistico.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni