Home | Pagine di storia | Terremoto d'Abruzzo | Domani la consegna della nuova chiesa di Onna

Domani la consegna della nuova chiesa di Onna

Saranno consegnate anche 94 casette a Villa Sant'Angelo. Fondo pro terremotati: raccolti e consegnati 400.000 euro

Domani, sabato 5 dicembre, il Trentino consegnerà in Abruzzo altri 94 alloggi in legno destinati ai terremotati che hanno perso la casa nel sisma del 6 aprile.
Si tratta del nuovo villaggio «Borgo Trento» di Villa Sant'Angelo, per la cui realizzazione hanno contribuito, tra gli altri, i lavoratori e i datori di lavoro trentini donando il corrispettivo di un'ora di lavoro.

Domani sarà consegnata anche la nuova chiesa di Onna. L'edificio di culto è stato realizzato, interamente in legno, nel nuovo villaggio realizzato dalla Protezione civile e dai volontari trentini.
Alla doppia cerimonia di consegna del villaggio (al mattino) e della chiesa (al pomeriggio) interverranno il presidente della Provincia autonoma di Trento Lorenzo Dellai, il vescovo di Trento monsignor Luigi Bressan e il vescovo de L'Aquila monsignor Giuseppe Molinari.


Per sostenere la ricostruzione nelle zone terremotate si è mobilitata tutta la società civile trentina. Tra le molte iniziative promosse va ricordata l'attivazione, con un accordo siglato il 30 aprile scorso, di un "Fondo pro terremotati d'Abruzzo" alimentato dal versamento libero e volontario dei contributi versati dai lavoratori e dai datori di lavoro del Trentino.

L'accordo ha impegnato la Provincia autonoma di Trento, il Consorzio dei Comuni trentini, l'Associazione Albergatori, l'Associazione Artigiani e Piccole Imprese, l'Associazione degli Industriali, la Confesercenti, la Federazione Trentina delle Cooperative e l'Unione Commercio, Turismo e attività di Servizio, i sindacati dei lavoratori CGIL, CISL e UIL.

L'accordo prevedeva che a fronte del dono dell'importo corrispondente ad un'ora di lavoro da parte dei lavoratori, il datore di lavoro corrisponda l'identica cifra.
Quindi l'assommarsi di piccole cifre su piccole cifre, che rappresentano la generosità e la sensibilità del mondo economico trentino, ha portato a un risultato eccezionale - la raccolta di 400.000 euro - che gratifica gli sforzi di quanti si sono prodigati in questa iniziativa.
La somma è stata consegnata nei giorni scorsi dai garanti dell'accordo alla Protezione Civile trentina e servirà a finanziare alcune delle casette del nuovo villaggio di Villa Sant'Angelo e la realizzazione di un asilo nido a Pizzoli.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni