Home | Pagine di storia | Terremoto d'Abruzzo | Aldeno, Cimone e Garniga per l’asilo di Pahanica e Tempera

Aldeno, Cimone e Garniga per l’asilo di Pahanica e Tempera

Raccolti 28.800 euro con Punti premio e l'operazione A scuola a piedi

image

Nel corso di una breve cerimonia presso l'assessorato provinciale alla solidarietà internazionale e alla convivenza, Emiliano Beozzo (sindaco di Aldeno), Damiano Bisesti (sindaco di Cimone) e Andrea Friz (sindaco di Garniga Terme) hanno consegnato all'assessore Lia Beltrami (tutti nella foto), nella sua veste di coordinatrice del Tavolo per l'Abruzzo, un assegno di 26.800 eiuro, risultato di una raccolta fondi a favore dei terremotati abruzzesi.

«Il nostro intervento di solidarietà - hanno spiegato i tre sindaci - ha preso le mosse da un'operazione di incentivazione della raccolta differenziata dei rifiuti e i punti premio, raccolti dai censiti dei tre comuni, invece che trasformarsi in premi per le singole famiglie, sono stati convertiti in denaro da destinare a questo progetto di solidarietà.»

Analogamente, i bambini di Aldeno hanno raccolto fondi trasformando in euro i punti via via accumulati con l'operazione «A scuola a piedi».

L'assessore Beltrami, dopo aver espresso compiacimento per lo spirito solidaristico dimostrato dai tre comuni, così come da altre municipalità e da moltissimi di enti e associazioni, ha annunciato che l'assegno di Aldeno, Cimone e Garniga Terme sarà trasferito al Consorzio dei Comuni trentini che lo destineranno alla Caritas dell'Aquila per contribuire, assieme ad altre analoghe iniziative trentine, a far fronte alle spese per la realizzazione di un asilo nido a Paganica, che servirà anche la frazione di tempera.

Quaranta bambini troveranno un tetto per crescere in perfetta serenità e dodici persone riunite in cooperativa avranno un lavoro grazie alla gara di solidarietà che ha coinvolto l'intero Trentino.
Il progetto dell'Asilo nido è coordinato dall'associazione «We Hope For...» di Riva del Garda, dal Tavolo «Il Trentino per l'Abruzzo», dalla Croce Rossa e, in loco, dalla Caritas de L'Aquila.



Sono quindi destinati alla realizzazione dell'Asilo nido di Paganica i 26.800 euro che stamani sono stati messi nelle mani dell'assessore Lia Beltrami, e che l'assessore girerà immediatamente al Consorzio dei Comuni trentini.
«Siamo orgogliosi della testimonianza di generosità che ha contagiato tutti i nostri censiti - hanno detto i tre sindaci, nel consegnare la somma raccolta sotto la simbolica forma di un maxi-assegno, - e che contribuirà alla realizzazione di un importante progetto destinato ai bambini più piccoli di Paganica e di Tempera.»

L'Asilo nido in questione, che pochi giorni fa ha ottenuto finalmente tutti i permessi e del quale tra breve partirà la realizzazione della piattaforma, sarà pronto nella prossima primavera.
«Costruito interamente in legno trentino - ha detto l'assessore Beltrami, - la struttura che ospiterà 40 bambini e 12 educatrici costerà circa 300mila euro, interamente coperti da raccolte fondi che sono state spontaneamente organizzate in tutto il Trentino.»

«La spesa risulta assai contenuta - ha aggiunto l'assessore - grazie anche all'impegno volontaristico di progettisti e di maestranze, ma anche per merito delle donazioni di ditte trentine che lavorano nella filiera del legno e della bioedilizia.
«Sarà un altro piccolo gioiello, quello che il Trentino donerà a Paganica e alle famiglie di Tempera, un centro abitato quest'ultimo che è stato interamente distrutto dal terremoto e che in tal modo troverà nuovo impulso per rinascere.»

La raccolta fondi promossa dalle municipalità di Aldeno, Cimone e Garniga Terme ha fatto leva su una «operazione premi» già in atto, che intendeva incentivare nelle famiglie la raccolta differenziata dei rifiuti.
I «buoni premio» via via distribuiti alle famiglie dal CRM di Cimone e Garniga sono stati trasformati in euro e depositati su un conto della locale Cassa rurale.

I censiti di Aldeno, invece, per i quali il concorso a premi era già stato chiuso, si sono impegnati a raccogliere fondi facendo leva sui punti premio accumulati dagli scolari che hanno dato vita all'iniziativa «A piedi a scuola. Due modi intelligenti e simpatici per fare solidarietà, che hanno portato la cifra finale a 26.800 euro.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni