Home | Pagine di storia | Alcide De Gasperi | International Summerschool Pieve Tesino 13-19 Luglio

International Summerschool Pieve Tesino 13-19 Luglio

Una trentina di professionisti di tutto il mondo parteciperanno a questo corso ad alto livello sullo sviluppo sostenibile della montagna

Lo sviluppo sostenibile delle montagne del mondo sarà oggetto del corso del Programma Internazionale di Ricerca e Formazione sulla Gestione Sostenibile delle Aree Montagne (IPROMO) che si svolgerà a Ormea e Pieve Tesino, Italia, dal 5 al 19 luglio.
Circa 30 professionisti provenienti da tutto il mondo parteciperanno a questo corso di formazione, che prevede lezioni, lavoro di gruppo e escursioni condotte da istruttori della FAO, e di università e organizzazioni regionali e internazionali che lavorano sullo sviluppo sostenibile della montagna.
Oltre la metà della popolazione umana dipende dalle montagne per l'acqua, la biodiversità, le foreste e l'energia pulita, ma nonostante le evidenze della loro importanza globale, le montagne non ricevono ancora adeguata attenzione nei negoziati internazionali e nelle politiche nazionali.
«Ci sono ancora poche università del mondo che offrono corsi dedicati allo studio, alla comprensione e alla promozione dello sviluppo delle aree di montagna che sono spesso un ecosistema dimenticato nonostante il loro ruolo chiave per la salute del nostro pianeta», ha dichiarato Rosalaura Romeo, funzionario  della Mountain Partnership Secretariat della FAO.
 
«Lo scopo di IPROMO è quello di sviluppare la capacità di coloro che frequentano il corso per aiutarli ad integrare le questioni di montagna nel loro lavoro e condividere ciò che hanno imparato in Italia con i colleghi, una volta tornati a casa.»
I partecipanti provengono da una vasta gamma di percorsi di formazione, con lauree e master in agricoltura, economia, scienze forestali, biologia, geologia e geografia.
Il corso IPROMO del 2017 segna il decimo anniversario del programma, che quest'anno si concentra sul tema «Questioni ambientali ed economiche per migliorare la sostenibilità delle montagne».
Le sfide chiave e le opportunità relative alle montagne verranno discusse durante il corso - tra cui l’uso e la conservazione delle risorse idriche e delle risorse naturali e la gestione dei suoli, così come la riduzione del rischio di catastrofi, l’impatto dei cambiamenti climatici e dello lo sviluppo economico, il ruolo della silvicoltura, e per finire l’importanza della governance e della comunicazione - per fornire una panoramica delle principali questioni relative allo sviluppo sostenibile della montagna.
 
Verranno inoltre creati gruppi di lavoro che permettano ai partecipanti di condividere le proprie conoscenze e di creare una rete di esperti.
Il decimo corso IPROMO è organizzato e finanziato congiuntamente dal Segretariato della Mountain Partnership (FAO), dall'Università di Torino (Italia) e dall'Università di Tuscia (Italia).
IPROMO ha l'alto patrocinio del Ministero degli Affari Esteri italiano con il sostegno finanziario del Comune di Ormea, della FAO e del Consorzio per lo Sviluppo Sostenibile dell'Ecoregione Andina.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni