Home | Pagine di storia | Alcide De Gasperi | «La rivoluzione quotidiana delle persone di buona volontà»

«La rivoluzione quotidiana delle persone di buona volontà»

Penultimo appuntamento dell'«Agosto Degasperiano»: martedì a Castel Ivano incontro con Benedetta Tobagi, figlia di Walter

Martedì 22 agosto alle 18.00 a Castel Ivano, nel cortile del castello, la giornalista Benedetta Tobagi, figlia di Walter, assassinato dal terrorismo nel 1980, testimonierà la speranza di chi ancora crede nella verità.
È il penultimo appuntamento della rassegna «Agosto degasperiano – Gli occhi nelle stelle», un programma di 11 eventi, tra pièce teatrali, incontri con testimoni e concerti, tutti ad ingresso libero.
 
Il programma estivo di eventi organizzato dalla Fondazione Trentina Alcide De Gasperi in Valsugana, «Agosto degasperiano – Gli occhi nelle stelle», propone quest’anno l’incontro con esperienze di donne e uomini del nostro presente che testimoniano l’attualità del messaggio degasperiano.
Persone che credono nella capacità degli esseri umani di farsi eredi dei grandi del passato, raccogliendone la luce e portandola, ciascuno a modo suo, nella propria vicenda personale.
 
Martedì 22 agosto alle 18.00, nei suggestivi spazi di Castel Ivano, la scrittrice, giornalista e conduttrice radiofonica, Benedetta Tobagi racconterà le storie di chi di fronte al male non si perde d’animo, testimoniando la speranza di chi ancora crede nella verità.
Benedetta è figlia di Walter Tobagi, il giornalista del Corriere della Sera che venne ucciso il 28 maggio del 1980 a Milano in un attentato terroristico perpetrato dalla «Brigata XXVIII marzo», gruppo terroristico di estrema sinistra.
 
Da molti anni Benedetta Tobagi si dedica a raccogliere, ricostruire e raccontare le storie e le ragioni di chi continua a lavorare senza perdersi d’animo anche di fronte alle manifestazioni più feroci del potere, davanti all’abisso del male, in mezzo alle angustie quotidiane.
Dalla costanza di chi ha lottato 43 anni nei tribunali per dare giustizia alle vittime di una strage impunita al lavoro quotidiano di tanti insegnanti impegnati nelle scuole più difficili, un antidoto al cinismo che avvelena la vita quotidiana.
Perché continuare a impegnarsi? Ne vale la pena? Che senso ha? Capita di domandarselo ogni giorno, constatando la fragilità del bene.
 
Con il suo primo libro, «Come mi batte forte il tuo cuore», dedicato alla memoria del padre, Benedetta Tobagi ha vinto numerosi premi, tra cui il Premio Estense, il Premio Sciascia, il Premio Capalbio, il Premio Brignetti Isola d'Elba. Per la sua attività giornalistica ha vinto il Premiolino nell'edizione del 2011.
Segue le attività di associazioni e centri di documentazione dedicati ai terrorismi e alle mafie.
Il secondo libro, «Una stella incoronata di buio. Storia di una strage impunita» ha vinto il premio Lo Straniero e il premio Pozzale Luigi Russo.
Nel settembre 2016 è uscito il suo ultimo libro, «La scuola salvata dai bambini. Viaggio nelle classi senza confini».
 
L’evento è a ingresso libero e si terrà alle 18.00 nel cortile di Castel Ivano (in caso di maltempo in una delle sale interne del castello).
Maggiori informazioni su www.degasperitn.it.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni