Home | Pagine di storia | Alcide De Gasperi | «Il lungo esilio interno di Alcide Degasperi (1926-1943)»

«Il lungo esilio interno di Alcide Degasperi (1926-1943)»

La Biblioteca Archivio del CSSEO, con la Fondazione Museo Storico del Trentino, organizza l'incontro mercoledì 7 febbraio alla Biblioteca comunale di Trento

 Quinto incontro del ciclo «Il Trentino-Alto Adige nel periodo 1922-1943» 
Ingresso consentito fino all’esaurimento dei posti a sedere.
 
La biografia di Alcide Degasperi testimonia il lungo impegno dello statista trentino nella politica attiva.
In una fase della sua vita Degasperi fu però impossibilitato a partecipare all’attività politica e dovette cercare altre vie per influenzare il discorso pubblico.
Sono gli anni del lungo «esilio interno» seguito all’affermazione del regime fascista e alla persecuzione, da parte del governo mussoliniano, degli avversari politici.
Estromesso dalla vita pubblica e condannato a due anni di carcere con l’accusa di tentato espatrio, nel 1929 Degasperi trovò rifugio in Vaticano, dove non senza fatica ottenne un modesto incarico da bibliotecario.
 
Si tratta di una delle pagine più dolorose - e in fondo trascurate - della vita degasperiana; essa rappresenta però una fase di grande rilevanza per la sedimentazione del patrimonio politico e culturale maturato nel corso di venticinque anni di impegno politico e per la lenta costruzione di una proposta politica alternativa all’autoritarismo fascista.
Tra la fine degli anni Venti e l’inizio degli anni Quaranta Degasperi si impegnò infatti nella salvaguardia dei fondamenti ideali del popolarismo attraverso un’intensa produzione saggistica e pubblicistica, in cui si espresse il suo singolare antifascismo, condotto in una prospettiva anzitutto culturale.
L’esame dell’orizzonte culturale espresso dallo statista trentino nel corso di quella lunga fase di inattività politica consente di mettere a fuoco alcune dimensioni spesso trascurate del suo percorso politico-intellettuale e di comprendere meglio le vie attraverso cui si è andato formando il progetto politico democristiano.
 
La vicenda di Alcide Degasperi è rivisitata e discussa da Maurizo Cau nell’incontro-dibattito «Il lungo esilio interno di Alcide Degasperi (1926-1943)», organizzato dalla Biblioteca Archivio del CSSEO in collaborazione con la Fondazione Museo Storico del Trentino.
L’incontro si svolgerà a Trento, mercoledì 7 febbraio 2018, alle ore 17,30, nella Sala degli Affreschi della Biblioteca comunale (Via Roma 55).
 
Maurizio Cau è un ricercatore dell’Istituto storico italo-germanico e docente alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trento.
Si occupa della storia del cattolicesimo nell’età contemporanea ed ha collaborato all’edizione degli scritti e discorsi politici di Alcide Degasperi.
Tra le sue pubblicazioni: «L’Europa di De Gasperi e Adenauer. La sfida della ricostruzione (1945-1951)», Il Mulino, 2011; M. Cau, «L’«esilio interno» di Alcide De Gasperi. Tra la difesa del costituzionalismo cattolico e il richiamo alla tradizione libertaria ottocentesca» («Ricerche di Storia Politica», n. 2, 2010); e «Politica e diritto. Karl Kraus e la crisi della civiltà», Il Mulino, 2008.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni