Home | Pagine di storia | Alcide De Gasperi | Domenica 2 settembre: «De Gasperi scrive»

Domenica 2 settembre: «De Gasperi scrive»

Incontro con la figlia dello statista alle 17.30 di domenica prossima a Calavino

Appuntamento domenica 2 settembre a Calavino con un incontro organizzato dal locale Circolo pensionati «Alcide De Gasperi» in collaborazione con la Fondazione Trentina Alcide De Gasperi.
Maria Romana De Gasperi, primogenita dello statista, presenterà il volume «De Gasperi scrive» moderata dal direttore della Fondazione Marco Odorizzi.

Dopo le riuscite edizioni degli scorsi anni, si ripropone anche quest’estate un appuntamento a Calavino (Comune di Madruzzo) per approfondire le tematiche degasperiane affrontando ogni volta un diverso aspetto della parabola umana e politica dello statista trentino.
L’incontro, dal titolo «De Gasperi scrive» è organizzato dal circolo pensionati Alcide De Gasperi di Calavino in collaborazione con la Fondazione Trentina Alcide De Gasperi ed è ormai diventato un appuntamento fisso di settembre: un’occasione di incontro, riflessione e confronto sul pensiero degasperiano e sulla storia d’Italia e d’Europa.
 
Domenica 2 settembre a partire dalle 17.30 nella Sala Pizzini di Calavino (contrada mons. Gentilini, 7), la primogenita dello statista Maria Romana De Gasperi presenterà il libro De Gasperi scrive, pubblicato pochi mesi fa insieme alla sorella Paola: una densa raccolta di lettere con capi di stato, cardinali, uomini politici, giornalisti, diplomatici.
A moderare l’incontro è stato chiamato il direttore della Fondazione, Marco Odorizzi.
 
«È necessario affrontare De Gasperi nella sua completezza, – osserva la figlia Maria Romana. – L’onestà della sua esperienza politica fu quella di non barare mai.
«Non cercò di farsi passare per quello che non era, camminò insieme a tutti e tutti avrebbe voluto quali compagni di viaggio, purché in buona fede, pronti a lavorare con onestà per il bene comune.»
 
La serata sarà l’occasione per conoscere una storia personale dello statista, una vicenda di relazioni concrete e intense con le grandi figure che hanno costruito il sogno europeo; una storia in cui politica e vita interiore si compongono in maniera originale, in un’epoca in cui la politica era ancora sentita come impegno e vocazione.
L’evento è aperto a tutta la cittadinanza, sarà allietato da un intervento musicale e si concluderà con un rinfresco offerto dal circolo pensionati di Calavino.
Domenica mattina alle 10.30 sarà inoltre celebrata una messa in ricordo di De Gasperi nella chiesa parrocchiale di Calavino.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare Adriano Bortoli, presidente del Circolo pensionati di Calavino al numero 328 8059938.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni