Home | Pagine di storia | Alcide De Gasperi | «La solitudine della verità», sabato 1° settembre

«La solitudine della verità», sabato 1° settembre

Al Castello di Pergine incontro con Loredana Lipperini per la chiusura dell’Agosto degasperiano

image

>
Sabato 1 settembre al Castello di Pergine la conclusione della rassegna «Agosto degasperiano - Solitudini» è affidata a Loredana Lipperini, celebre giornalista, scrittrice e conduttrice radiofonica, autrice del blog Lipperatura e tra le voci di Fahrenheit su RadioTre.
Tra finzione e realtà, la conduttrice cercherà di fare il punto su una delle più clamorose strettoie del percorso della civiltà occidentale: «la narrazione della verità».
Al termine dell’incontro faremo un brindisi per salutare insieme la fine dell’Agosto degasperiano.
 
«Ho pensato che solo raccontando il falso avrei potuto illuminare il vero, solo unendo la pura finzione alla narrazione romanzata di un fatto reale avrei creato un gioco di specchi che pone il lettore quanto meno davanti al dubbio.»
Non è facile trovare una narrazione convincente per raccontare la verità che torna a visitarci dal passato.
Un problema che cuce insieme storia, letteratura, giornalismo e vita quotidiana.
Loredana Lipperini lo affronta con ispirazione, sulla scia del suo ultimo romanzo, «L’arrivo di Saturno», dove una storia di fantasia si mescola alla vicenda reale di Graziella De Palo, giovane giornalista, amica dell’autrice, che scompare per sempre a Beirut il 2 settembre 1980.
Giornalista e scrittrice, molto attiva sui social, autrice del blog Lipperatura, voce di Fahrenheit su Radiotre, Loredana Lipperini ci guida attraverso una delle più clamorose strettoie del nostro tempo: la difficoltà del far comprendere la verità di fatti che non vengono creduti.
La conduttrice radiofonica sarà ospite dell’Agosto degasperiano sabato 1 settembre alle 16.30 negli spazi del Castello di Pergine.
Al termine dell’incontro è previsto un aperitivo per salutare insieme la fine della rassegna di eventi che ha animato l’estate della Valsugana.
 
La letteratura non ha il potere di cambiare la realtà, ma può modificare il modo con cui il lettore la percepisce.
È questa l’opinione di Loredana Lipperini, che con il suo libro «L’arrivo di Saturno» mescola fatti reali e invenzione, memoria di un’amicizia e mito.
La storia parte dalla vicenda di Graziella De Palo, giovane giornalista amica dell’autrice che nel 1980 si trova a Beirut con il collega Italo Toni per indagare sul traffico d’armi e sui rapporti, mai chiariti, fra Italia e Medio Oriente.
Il 2 settembre scompare improvvisamente, il suo corpo non verrà mai ritrovato e il segreto di stato pone una pietra tombale sulla vicenda.
L’autrice si è spesso chiesta come si poteva raccontare questa storia, e infine ha deciso di intrecciarla con quella di Han Van Meegeren, principe dei falsari, che ingannò i nazisti vendendo loro un falso Vermeer e, accusato di collaborazionismo dopo la guerra, stupì i giudici dipingendone un altro durante il processo.
 
«Io e Graziella eravamo di quelle amiche che sono sempre insieme, che non riescono a stare lontane neanche per un pomeriggio, – racconta l’autrice. – E invece ci siamo allontanate, e quando ci siamo allontanate lei è morta.
«E la sua storia, il modo in cui è morta, è talmente assurda che se la raccontassi non ci crederebbe nessuno.
«Così ho cominciato a scriverne un'altra, che è davvero assurda, ma se un romanzo è assurdo tutti ci credono. La realtà invece non interessa a nessuno.»
Due romanzi in uno, una doppia vicenda nata da un dolore mai sopito che mescola fatti reali e invenzione, memoria di un’amicizia e mito, ed elaborata con l’abilità di chi da sempre cerca e trova nella narrazione propria e altrui una profonda ragione di vita.
Perché «noi volevamo essere ingannate, tutte e due: Graziella dalla ricerca della verità, io dalla ricerca della finzione, che è parente stretta del falso anche se si chiama letteratura».
 
Loredana Lipperini è giornalista e scrittrice.
Dagli anni Novanta collabora con le pagine culturali de la Repubblica e de Il Venerdì di Repubblica.
Oltre ad aver lavorato per Radio Radicale e RadioRai, è una delle voci storiche di Radio Tre, grazie a programmi come Farenheit.
Scrive programmi televisivi e dal 2004 ha un blog in cui tratta temi d’attualità.
Con L’arrivo di Saturno (Bompiani, 2017) debutta nel romanzo. Prima, infatti, aveva pubblicato diversi saggi, tra cui Ancora dalla parte delle bambine (Feltrinelli, 2007), Non è un paese per vecchie (Feltrinelli, 2012), L’ho uccisa perché l’amavo (2013, Larerza, scritto con Michela Murgia), Morti di fama (2013, Corbaccio, scritto con Giovanni Arduino), Schiavi di un dio minore (2016, Utet, scritto sempre con Giovanni Arduino) e il libro per ragazzi Pupa (Rrose Sélavy, 2013).
Sotto lo pseudonimo di Lara Manni, scrive Esbat (Feltrinelli, 2009), parte di una trilogia fantasy di successo.
Oltre ad essere nella giuria di numerosi festival letterari, dal 2015 tiene un corso di letteratura fantastica alla Scuola Holden di Torino e presso Bottega Finzioni di Bologna. Fa parte del gruppo di direzione artistica del Salone del Libro di Torino.
 
L’incontro con Loredana Lipperini chiude la rassegna «Agosto degasperiano - Solitudini», il programma estivo di eventi organizzato dalla Fondazione Trentina Alcide De Gasperi in Valsugana che ha proposto quest’anno un viaggio alla scoperta dei tanti significati della solitudine: quella che temiamo, quella che subiamo, quella che fuggiamo, ma anche quella che invece abbracciamo per incontrare la nostra libertà e abitare la nostra interiorità.
Un percorso che ha preso spunto dai grandi temi dell’esperienza di Alcide De Gasperi, che è stato spesso definito «un uomo solo»: agli ospiti non è però stato chiesto di parlare dello Statista, ma di testimoniare l’attualità del messaggio degasperiano aiutandoci a riflettere su quei temi che superano i piccoli eventi e abbracciano il senso profondo del vivere.
 
Per maggiori informazioni è possibile chiamare la segreteria della Fondazione al numero 0461 314247 oppure consultare il sito www.degasperitn.it

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni