Home | Pagine di storia | Alcide De Gasperi | L’arte di strada sbarca in Tesino con Per Via Buskers Festival

L’arte di strada sbarca in Tesino con Per Via Buskers Festival

Dal 16 al 21 luglio oltre 20 affermati artisti di strada provenienti da tutta Europa si danno appuntamento in Tesino per ricordare gli antichi ambulanti

image

>
Dopo il successo delle prime due edizioni, dal 16 al 21 luglio 2019 il Tesino e la Valsugana tornano ad abbracciare l’arte di strada, grazie al Per Via Buskers Festival: la manifestazione che rende omaggio all‘incredibile storia dei «perteganti» tesini facendo delle piazze e delle strade dei paesi dell’altipiano un grande teatro a cielo aperto.
Le vie che per secoli assistettero alle partenze dei venditori ambulanti di stampe, che di lì avrebbero portato l’arte popolare nelle piazze di tutta l’Europa, diventano così luogo d’accoglienza e di incontro per chi, in un certo senso, di quell’esperienza è l’erede e, pur nel contesto profondamente mutato dell’oggi, continua a vedere negli spazi pubblici il miglior palcoscenico per condividere idee, bellezza e un po’ di sano divertimento.
 
Grazie ad oltre 20 grandi artisti di strada e 30 giovani promesse del circo nostrano, il Per Via Buskers Festival diviene così un’occasione per vivere i luoghi in un modo nuovo, grazie a un articolato programma di spettacoli ed eventi di intrattenimento artistico, adatti veramente a tutti, dai bambini agli adulti, senza confini di lingua o pensiero.
La terza edizione inoltre si amplia ulteriormente con l’intento di includere sempre più frammenti del territorio: dopo i tre comuni del Tesino (Pieve, Cinte e Castello), cuore pulsante dell’iniziativa, quest’anno gli spettacoli toccheranno anche i comuni di Bieno e Castel Ivano, dando vita ad un vero e proprio piccolo distretto trentino dell’arte di strada.
 

 
Ma cosa devono aspettarsi quindi gli abitanti di questo tranquillo e verdissimo angolo di Trentino?
Di farsi coinvolgere dall’entusiasmo di equilibristi, giocolieri, musicisti, teatranti e artisti d’ogni genere che si esibiranno ogni giorno a partire da martedì 16 luglio, quando il Festival verrà ufficialmente inaugurato a Strigno, presso la piazza del Municipio, con lo spettacolo BarAcca Attack, della scuola di Circo Bolla di Sapone di Trento (appuntamento alle ore 20.30).
Il programma proseguirà quindi a Bieno, mercoledì 17 luglio, con un pomeriggio di allenamento circense aperto a tutti a partire dalle 17.30 presso il parco fluviale (ritrovo presso il Municipio), che sarà poi cornice dello spettacolo Faccia di gomma di Otto il Bassotto, eclettico artista del palloncino, famoso per i suoi show esilaranti, che si esibirà a partire dalle ore 20.30.
 
Da giovedì il Festival approda in Tesino: dapprima a Cinte, alle 20.30 in piazza del Moleta, con lo spettacolo Olè della compagnia I 4 elementi: un tripudio di clowneria contemporanea e giocoleria a 360 gradi.
Venerdì sarà invece la volta di Castello, dove al Teatro San Giorgio, sempre alle 20.30, andrà in scena Bolla Accademy, l’originale format che consentirà al pubblico di conoscere le giovanissime promesse del circo trentino: una realtà in forte crescita e sempre più capace di affermarsi anche nelle piazze più famose d’Italia e non solo e di preparare potenziali artisti per le più affermate scuole di circo d’Europa.
Nel fine settimana il Festival trova infine casa a Pieve Tesino: il paese reso famoso nel mondo proprio dai venditori ambulanti di stampe ed arte, ora ricordati dal Museo Tesino delle Stampe e dell’Ambulantato Per Via.
 

 
Oltre 10 gli spettacoli tra sabato e domenica ne animeranno le strade e i luoghi più identificativi, alternando performance, workshops, concerti e altre sorprese finalizzate a far rivivere quella ricchezza di esperienze e stimoli che per anni risuonava per le strade della valle attraverso i racconti degli ambulanti, di ritorno dai loro viaggi.
Gli spettacoli inizieranno sabato alle 15.30, con lo show della compagnia internazionale Circo Bipolar e proseguiranno senza sosta fino a sera, quando la compagnia italo-argentina Buling Circus delizierà il pubblico con acrobazie e situazioni di grande comicità.
 
La domenica si ricomincerà alle 11, con l’ormai tradizionale spettacolo al colle di San Sebastiano che domina l’abitato, che darà il via ad una nuova giornate d’arte e stupore che si concluderà alle 19.30.
L’intero programma, arricchito anche da mercatini artigianali e street food, lezioni di yoga, visite guidate gratuite alla mostra «Lutero Per Via. Ambulanti e stampe in Trentino e Valsugana ai tempi della Riforma» e molte altre proposte, avrà luogo anche in caso di maltempo, con leggeri adattamenti: il programma completo e gli avvisi verranno comunicati sui social e sul sito della manifestazione, www.perviafestival.it.
 

 
Frutto del quotidiano lavoro della Scuola di Circo Bolla di Sapone di Trento, con il contributo della Fondazione Caritro e dell’Apt Valsugana e coadiuvata da partner territoriali come la Pro Loco di Pieve Tesino e le Amministrazioni locali, oltre che dal supporto della Fondazione Trentina Alcide De Gasperi (che a Pieve Tesino gestisce il Museo Tesino delle Stampe e dell’Ambulantato Per Via), il Per Via Buskers festival è un’occasione per scoprire l’affascinante storia del Tesino attraverso la cultura e lo spirito dell’arte di strada: un connubio che ci porta oltre i confini del tempo, fissando emozioni e ascoltando il messaggio d’amicizia che ogni artista di strada porta con sé nei suoi viaggi oltre i confini.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone