Home | Pagine di storia | Alcide De Gasperi | «Progetto vitamina C: cittadinanza in pillole»

«Progetto vitamina C: cittadinanza in pillole»

Il pieno di vitamina C per crescere i cittadini di domani: l’evento inaugurale a Cles lunedì 9 dicembre

Con l’evento inaugurale di lunedì 9 dicembre a Cles prenderà il via la seconda edizione di Vitamina C: cittadinanza in pillole, un percorso che nei mesi successivi porterà 224 giovanissimi partecipanti delle scuole primarie della Valle di Non a scoprire la ricchezza della nostra Costituzione e a prepararsi per essere costruttori della cittadinanza del domani.
 
«Trasformare i sudditi in cittadini è miracolo che solo la scuola può compiere.»
Sono queste parole di Piero Calamandrei, uno di quei padri costituenti che facendo sintesi di visioni ed esperienze diverse, seppero estrarre dalle rovine della seconda guerra mondiale la nostra Costituzione, a dare slancio al progetto «Vitamina C: cittadinanza in pillole», nato lo scorso anno su impulso della Commissione Cultura della Comunità della Val di Non e coordinato dalla Fondazione Trentina Alcide De Gasperi di Pieve Tesino in collaborazione con la Cooperativa Sociale Young Inside.
 
Un’iniziativa che andando oltre le dichiarazioni programmatiche sul futuro prova a farsi realtà concreta, realizzando un percorso di educazione alla cittadinanza innovativo e partecipato che, attraverso un approccio graduale e attività laboratoriali, intende avvicinare i partecipanti alla scoperta della Costituzione e dei suoi valori fondativi.
Con la consapevolezza che le grandi e difficili sfide a cui è esposta la cittadinanza di oggi e di domani non richiedano ricette facili calate dall’alto, ma un surplus di… «vitamina C».
Che sta appunto per cittadinanza, ma anche per quella Costituzione, che rappresenta il nutrimento fondamentale per crescere cittadini capaci di riconoscere i propri diritti e i propri doveri e di mettersi così al servizio della propria comunità.
 
Dopo il successo registrato lo scorso anno dalla prima edizione del progetto, l’iniziativa si rinnova quest’anno coinvolgendo ben 27 insegnanti e 224 alunni ed alunne delle tredici classi di III, IV e V della scuola primaria in rappresentanza di tutti gli Istituti comprensivi della Val di Non.
Grazie al supporto di formatori qualificati, nei prossimi mesi i giovanissimi protagonisti avranno modo di lavorare sul valore fondamentale del bene comune: quel mito che fu la stella polare di tanti grandi uomini di Stato e di comunità, come Alcide De Gasperi, ma anche come Mons. Celestino Endrici, uno dei suoi maestri, e tanti altri nonesi illustri, come Enrico Conci e sua figlia Elsa, una delle 21 donne che presero parte ai lavori dell’Assemblea costituente.
Insomma, essere buoni cittadini è un mestiere difficile e una missione importante, a cui ci si può e ci si deve preparare sin da piccoli.
 
Il progetto prenderà il via ufficialmente lunedì 9 dicembre a partire dalle ore 9.00 presso il cinema teatro di Cles, dove i partecipanti si ritroveranno per una prima mattinata di gioco e lavoro.
Dopo i saluti istituzionali saliranno sul palco, davanti ad una folta platea di bambini e bambine, Simone Frasca, illustratore di fama nazionale, e Anna Sarfatti, nota scrittrice di libri per l’infanzia specializzata sui temi della cittadinanza attiva, nel cui curriculum figurano collaborazioni importanti: come quella con Gherardo Colombo, ex magistrato e costituzionalista, con cui ha scritto «Lo Stato sono io! Una Costituzione pensata dai bambini».
Anna Sarfatti e Simone Frasca guideranno i partecipanti alla scoperta de «I natali di Desolino», un racconto che vede protagonisti gli scolari dell’immaginaria città di Desolino, pronti a impedire la costruzione di un grande parcheggio che avrebbe portato maggior inquinamento e confusione tra le vie del centro.
 
Non mancheranno momenti di intrattenimento con il Magico Camillo, che allieterà i piccoli spettatori con numeri di magia e giocoleria, ricordandoci in via scherzosa che il compito a cui siamo chiamati, secondo le parole di Calamandrei, è quello di compiere un vero miracolo.
Il progetto, iniziato già a fine settembre con cinque incontri di aggiornamento per gli insegnanti, volti a prepararli al percorso e renderli così pienamente coinvolti, proseguirà nelle tredici classi aderenti fino alla fine dell’anno scolastico, con lavori in classe e laboratori innovativi, oltre che alla visita al Museo Casa De Gasperi e al Giardino d’Europa di Pieve Tesino. Il percorso si concluderà a maggio con un altro grande evento pubblico di restituzione e narrazione delle attività svolte.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni