Home | Pagine di storia | Alcide De Gasperi | Trento, inaugurazione dello spazio De Gasperi a Palazzo Thun

Trento, inaugurazione dello spazio De Gasperi a Palazzo Thun

Sabato 18 gennaio alle 18.00 sarà inaugurata la mostra con oggetti personali, fotografie, documenti, video compongono un'esposizione permanente

image

>
Sabato 18 gennaio alle 18.00 a Trento, a Palazzo Thun, sarà inaugurato uno spazio dedicato allo statista trentino Alcide De Gasperi. Oggetti personali, fotografie, documenti, video compongono un'esposizione permanente – promossa dalla Fondazione Museo storico del Trentino in collaborazione con il Comune di Trento – che permette di ricostruire la dimensione pubblica e privata di De Gasperi.
Dopo l'inaugurazione, lo spazio sarà riaperto al pubblico sabato 25 gennaio in occasione della visita ufficiale del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e sarà visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 18.
 
Nel 2018 Maria Romana De Gasperi, figlia di Alcide De Gasperi, ha donato un'importante parte dell'archivio del padre alla Fondazione Museo storico del Trentino che, in stretta collaborazione con il Comune di Trento, allestisce ora uno spazio permanente a Palazzo Thun per ricordare lo statista.
Il luogo individuato è sembrato il più adatto per la forte dimensione simbolica che unisce il passato - De Gasperi è stato eletto consigliere comunale nel 1909 - al presente di quella città dove ha abitato fino al 1918.
Nel 2019 l'esposizione temporanea «Alcide De Gasperi, la montagna, il Trentino. Tracce di rapporto sentimentale», allestita a Cappella Vantini, aveva permesso di mostrare alcuni documenti della donazione, legati alla dimensione privata della vita di Alcide De Gasperi.
 

 
L'intera vicenda biografica dello statista trentino rivive ora nello Spazio De Gasperi attraverso un allestimento che restituisce l'idea di un archivio familiare in una forma stilizzata, contemporanea, che valorizza i documenti esposti in originale.
Oggetti, biglietti, appunti, trovano posto nella sala, dove è visibile, tra l'altro, l'edizione originale della Carta Costituzionale.
Le fotografie vengono mostrate nel loro formato originale, alcune stropicciate, altre con i promemoria dei familiari, per diventare oggetti a loro volta capaci di far entrare il visitatore, quasi fisicamente, all'interno della casa di Alcide, della moglie Francesca e delle loro figlie.
Il montaggio di alcuni filmati ufficiali dell'Istituto Luce, uniti ad altri girati da trentini che con le loro cineprese amatoriali hanno documentato un conterraneo diventato famoso, dà nuova vita ad Alcide De Gasperi, e restituisce al pubblico il sapore degli anni cinquanta del XX secolo.
 
Separata ma ben visibile ai visitatori, è possibile ammirare la scrivania personale utilizzata quotidianamente da Alcide De Gasperi nell’abitazione di via Bonifacio VIII a Roma (ora via Alcide De Gasperi) fino alla sua scomparsa.
Oltre alla tradizionale visita guidata per tutte le fasce d'età, l'Area educativa della Fondazione Museo storico del Trentino valorizzerà lo Spazio De Gasperi inserendolo in più ampi progetti per le scuole, relativi alla storia dell'autonomia trentina e della costituzione della Repubblica italiana.
Le attività si svolgeranno nella sala interrata, dove sono predisposte delle grandi riproduzioni fotografiche e un montaggio di interviste a storici che ricostruiscono la vicenda biografica e politica di Alcide De Gasperi.
 

 
 Spazio De Gasperi 
Palazzo Thun - Via Belenzani 19 - Trento
Inaugurazione: sabato 18 gennaio ore 18.00
Responsabile organizzativa Elena Tonezzer (FMsT)
Progetto di allestimento weber+winterle architetti
Progetto grafico Giancarlo Stefanati
Montaggio video Motion Studio
Traduzioni Paolo Magagnotti

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni