Home | Pagine di storia | Memoria | Oggi pomeriggio Consiglio provinciale straordinario

Oggi pomeriggio Consiglio provinciale straordinario

Il presidente della Provincia di Trento alle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario del Secondo statuto di Autonomia

L'autonomia speciale del Trentino non va solamente studiata e fatta conoscere, ma deve rappresentare uno stimolo costante nel guidare gli amministratori, nell'impegno legislativo e nella partecipazione della comunità e della cittadinanza, proprio perché l'autonomia non deve perdere la sua caratteristica fondamentale, quella dell'autogoverno.
Cinquant’anni si apriva una fase nuova della storia politica e istituzionale della Provincia: la riforma del secondo statuto ha rafforzato il sistema istituzionale, la capacità di governo, in definitiva lo stesso Trentino, una terra d’autonomia, votata al dialogo e alla convivenza.
Questa la sintesi dell'intervento del presidente della Provincia in Consiglio provinciale, riunitosi oggi pomeriggio in via straordinaria per l'evento di apertura delle celebrazioni del Cinquantenario del Secondo Statuto.
Accanto al presidente della Provincia vi erano il presidente del Consiglio provinciale e di alcuni ex presidenti del Consiglio provinciale.
Presenti anche le scuole che hanno partecipato ai laboratori «Ci pensiamo noi», fra gli interventi anche quello della vicepresidente della Corte Costituzionale, la professoressa Daria de Pretis.
 
Le celebrazioni per il secondo statuto di autonomia avranno come momento centrale la Giornata dell'Autonomia.
Lunedì 5 settembre alle 11, presso Sala Depero al piano terra del Palazzo provinciale di piazza Dante, è prevista l'inaugurazione dell'esposizione permanente «La Provincia si racconta.
Un viaggio tra storia, presente e futuro dell’autonomia trentina», mentre alle 21 al Teatro Sociale di Trento una serata ricca di storia ed emozioni con la partecipazione dei rappresentanti delle istituzioni dell’autonomia, il conferimento dell'onorificenza dell’Aquila di San Venceslao e il concerto del Coro della Sat, ingresso libero fino a esaurimento posti.
Fra le iniziative per il Cinquantenario dello Statuto anche le installazioni temporanee a forma di «A».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande