Home | Coronavirus | Controlli a Trento e nei comuni di Rovereto e Riva del Garda

Controlli a Trento e nei comuni di Rovereto e Riva del Garda

Cinquecento persone controllate e tre locali sanzionati per non aver rispettato le misure anticovid-19

Continuano incessanti i controlli della Polizia di Stato a Trento e nei comuni di Rovereto e Riva del Garda voluti dal Questore Cracovia.
Le operazioni che hanno visto il contributo di tutte le articolazioni della Questura, dei Commissariati di Rovereto e Riva del Garda, della Polizia Ferroviaria e Stradale, dell’Intervento del Reparto Prevenzione Crimine della Lombardia e del contributo dell’Arma dei carabinieri e della Guardia di Finanza, hanno portato all’identificazione di oltre 500 persone, con prevalenza di extracomunitari.
Numerosi, inoltre, i controlli agli esercizi commerciali e diversi sequestri amministrativi di modiche sostanze stupefacenti.
Nel corso dei controlli sono stati individuati e controllati oltre 30 pregiudicati, ponendo, in questo modo, un’azione concretamente preventiva per limitare il raggio di azione criminale dei predetti.
 
Le attività di polizia, si sono svolte con una serie di servizi mirati ed in particolare: la mattina presso la stazione dei treni per monitorare l’arrivo dei passeggeri al fine di individuare i pendolari dei furti e dei corrieri della droga, riuscendo a prevenire attività di spaccio da parte di alcuni soggetti con precedenti specifici; il pomeriggio con azioni di contrasto concentrate prevalentemente nei parchi pubblici e nelle zone collinari per prevenire lo scambio di stupefacenti e i furti in appartamento; la sera, infine, è stata svolta mirata attività di pattugliamento volta al controllo degli esercizi pubblici e per prevenire quelle situazioni di rischio che potrebbero far risalire la curva dei contagi.
Particolare attenzione, in considerazione anche del particolare momento storico e sanitario, è stata attuata nei confronti dei numerosi esercizi pubblici controllati.
 
Gli Agenti della Polizia Amministrativa della Questura e dei Commissariati di P.S., insieme alla Polizia Locale, nell’ambito dei controlli hanno verificato sia la regolarità delle autorizzazioni di polizia che l’attuazione delle misure di contrasto della polmonite coronavirus, contestando al termine delle attività a tre esercizi la violazione amministrativa della inottemperanza delle disposizioni anticovid.
Le attività di polizia di questa settimana, decise e potenziate dal Questore Cracovia, commenta il Vice Questore Salvatore Ascione, Portavoce del Questore, sono destinate a incidere in maniera profonda nelle dinamiche di prevenzione della microcriminalità con azioni destinate ad incidere in maniera diretta nei confronti di quei comportamenti devianti che ledono la giusta vivibilità dei cittadini.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni