Home | Coronavirus | Trento, il Mesa Verde non intende osservare le restrizioni

Trento, il Mesa Verde non intende osservare le restrizioni

Il locale ha ricevuto 17 verbali – Perché lo fa? «Per sopravvivere» – Farà ricorso? «È già stata dichiarata l’incostituzionalità del provvedimento»

Una protesta pacata ma ferma quella decisa dal titolare dell’esercizio «Mesa Verde» in via Pranzelores a Trento.
Non ha mai osservato le restrizioni imposte dalle regole anticovid.
Pattuglie delle forze dell’ordine continuano a imporgli la chiusura, ma il titolare lo tiene sempre aperto.
Gli abbiamo chiesto perché e lui ci ha risposto: «Per necessità».
Il Governo gli ha imposto la chiusura ma non gli ha dato i mezzi per restare in vita.
 
Quanti verbali ha ricevuto?
«Siamo arrivati a 17.»

Pensa di pagare o di ricorrere?
«Ci penseremo quando sarà il momento. Ma dal momento che un giudice ha dichiarato l’incostituzionalità del provvedimento…»

Clienti ne ha?
«Sì, ma poi le pattuglie li allontanano minacciandoli di multe. Quindi sono pochi.»
 
Pensa di continuare così?
«Sì, ripeto. È una questione di sopravvivenza.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni