Home | Economia e Finanza | Ricerca e innovazione | Provincia, parte il Progetto Novelty: i team per l’innovazione

Provincia, parte il Progetto Novelty: i team per l’innovazione

Hanno il compito di favorire il cambiamento e consentire alla pubblica amministrazione trentina di aumentare la qualità dell’offerta

Cinque team per l’innovazione in altrettanti dipartimenti pilota dell’Amministrazione provinciale.
Con il compito di favorire il cambiamento e consentire alla pubblica amministrazione trentina di aumentare la qualità dell’offerta. Verso servizi sempre più efficienti, digitali, accessibili in modo semplice e veloce, a beneficio di cittadini e imprese, sulla direzione già intrapresa con Riparti Trentino: un’esperienza che ora deve essere messa a regime all’interno di un percorso complessivo di innovazione organizzativa.
È il Progetto Novelty - a sua volta parte del Piano provinciale strategico sul lavoro agile approvato recentemente dalla Giunta - che oggi al Castello del Buonconsiglio ha visto l’avvio (kick off) delle attività di formazione rivolte ai circa 40 componenti dei primi team dipartimentali.
 
Si tratta, secondo l’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, presente assieme ai dirigenti generali e ai collaboratori coinvolti nei team, di una grande occasione per dimostrare l’agilità del sistema pubblico trentino. Utile per fare leva su quanto c’è già di buono ed elevare ulteriormente gli standard.
La direzione di marcia - per un Trentino che secondo la Giunta provinciale saprà certamente dimostrare la capacità di «saper fare», in relazione alle sfide progettuali del Piano nazionale di ripresa e resilienza - è crescere con i processi innovativi ed essere sempre più leader tra le pubbliche amministrazioni italiane.
 
È quindi fondamentale continuare sulla strada del progresso in ambito pubblico, sulla scia delle buone pratiche come dimostrato con Riparti Trentino. Un esempio - continua il messaggio dell’Amministrazione provinciale - di progresso, di quello che oggi significa intendere una pubblica amministrazione evoluta e digitale.
Il Progetto Novelty, avviato con l’obiettivo di far crescere una macchina pubblica innovativa ed efficiente, continuerà con l’auspicio di coinvolgere nel corso del 2022 l’insieme dei dipartimenti provinciali.
L’iniziativa è stata attivata con il dipartimento di economia e management dell’università di Trento ed è curata dalla docente Maria Laura Frigotto, anche lei relatrice nel kick off.
 
Tre le figure che compongono i team dipartimentali: l’ambasciatore dell’innovazione, il trasformatore digitale e l’esperto di dominio.
I primi 40 funzionari che si formeranno come «agenti dell’innovazione» appartengono ai team per i cinque dipartimenti coinvolti nella fase iniziale: Direzione generale, Affari finanziari, Sviluppo economico, Affari e relazioni istituzionali, Organizzazione, personale e affari generali. Il percorso formativo, curato da TSM-Trentino School of Management, con avvio il 19 ottobre, si concluderà nel gennaio 2022.
 
I team - come ha ricordato il dirigente Luca Comper, intervenuto assieme ai dirigenti Silvio Fedrigotti e Cristiana Pretto - costituiscono il veicolo per avviare i processi di reingegnerizzazione e digitalizzazione del dipartimento secondo un approccio di co-creazione, supportando il cambiamento organizzativo. L’obiettivo per i team sarà infatti quello di reingegnerizzare o innovare un processo individuato all’interno di quelli di competenza del dipartimento di appartenenza.
Intervenendo sul progetto, ed estendendo il ragionamento alla fase in atto della ripartenza post-emergenza Covid, l’assessore ha sottolineato come anche per il Trentino la sfida sia quella di cercare una nuova normalità.
 
Un percorso che interessa il mondo della pubblica amministrazione e non solo, anche in relazione alle nuove regole sulla certificazione verde.
L’Amministrazione provinciale, è stato precisato, gestirà con attenzione e equilibrio questo delicato passaggio, con riguardo alla possibilità di garantire il lavoro per tutti, nei limiti del pieno rispetto delle regole definite.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni