Home | Economia & Finanza | Scoppia la «City» londinese: carcere per chi manipola il forex

Scoppia la «City» londinese: carcere per chi manipola il forex

Il ministro della finanza britannico George Osborne: «L’integrità de la City è importante per l’economia britannica»

Giovedì il ministro della finanza britannico George Osborne annunciò che la manipolazione del mercato dei cambi sarà punito con pene carcerarie come per il Libor, una misura per restaurare l’onore maltrattato de la City, il cuore finanziario britannico.
«L’integrità de la City è importante per l’economia britannica, – ha dichiarato il ministro. – I mercati qui stabiliscono i tassi di interesse dei prestiti ipotecari delle persone, i tassi di cambio delle nostre esportazioni e delle nostre vacanze e i prezzi delle materie prime che si usano per fabbricare i beni che compriamo.»
«Mi occuperò di questi abusi – ha aggiunto, – risponderò al comportamento inaccettabile di alcuni e mi assicurerò che i mercati siano equi per tutte le persone che da questi dipendono.»
 
La misura emblematica di questa iniziativa del ministro è l’estensione al mercato delle valute e delle materie prime di una misura già intrapresa per rispondere a la manipolazione del Libor: sanzioni penali che possono arrivare fino al carcere.
Le misure annunciate da Osborne riguarderanno anche le banche straniere che operano in territorio britannico. Con la decisione di indurire il suo arsenale legislativo contro gli abusi de gli operatori del mercato, il governo britannico va oltre le regole dell’Unione Europea, ha spiegato il ministro.
La presunta manipolazione del mercato delle valute è sotto investigazione della FCA, l'autorità finanziaria inglese.
 
Per questo molte delle grandi banche hanno già sospeso gli operatori e il governatore della Banca d'Inghilterra Mark Carney ha dichiarato che poteva trattarsi di un caso grave almeno quanto quello della manipolazione del Libor.
Il tasso fondamentale nel mondo della finanza, il Libor, con base a Londra, influenza molti dei prodotti finanziari, come i prestiti ai consumatori e alle imprese.
Lo scandalo della sua manipolazione scoppiò a giugno del 2012 con una multa milionaria delle autorità statunitensi e britanniche a Barclays, la prima, quattro anni dopo che Londra espresse i suoi primi sospetti.
 
Da allora l’investigazione si è estesa per quasi tutta Europa e Asia e ha coinvolto una quindicina di banche, condannate in qualche caso a importanti multe.
Il mercato delle valute è sotto investigazione della FCA, l'autorità finanziaria inglese.
Per questo molte delle grandi banche hanno già sospeso gli operatori e il governatore della Banca d'Inghilterra Mark Carney ha dichiarato che poteva trattarsi di un caso grave almeno quanto quello della manipolazione del Libor.
 
Il tasso fondamentale nel mondo della finanza, il Libor, con base a Londra, influenza molti dei prodotti finanziari, come i prestiti ai consumatori e alle imprese.
Lo scandalo della sua manipolazione scoppiò a giugno del 2012 con una multa milionaria delle autorità statunitensi e britanniche a Barclays, la prima, quattro anni dopo che Londra espresse i suoi primi sospetti.

Oggi come oggi investire in criptovalute rappresenta un’opportunità oppure un rischio?
Questo è quello che si chiedono milioni di persone che in tutto il mondo vedono i sempre nuovi record stabiliti dalle monete virtuali in fatto di quotazioni e quindi è normale che siano li a chiedersi se non si stiano perdendo una grande occasione oppure se investire in questo campo non rappresenti che un rischio da evitare.
 
Da allora l’investigazione si è estesa per quasi tutta Europa e Asia e ha coinvolto una quindicina di banche, condannate in qualche caso a importanti multe.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni