Home | Economia | Agricoltura | Il Parmigiano Reggiano punta sugli Stati Uniti – Di G. Lazzari

Il Parmigiano Reggiano punta sugli Stati Uniti – Di G. Lazzari

I primi mesi del 2022 si sono caratterizzati per numerose attività sia in Italia che all’estero, fino allo Spring Gala che si è tenuto al Metropolitan Club di New York

image

>
Il Parmigiano Reggiano riparte dalla cultura e dall’enogastronomia, i due punti di forza che lo hanno accompagnato per oltre nove secoli e che ora si stanno rivelando le chiave per il successo anche nei mercati esteri, Stati Uniti in primis.

Il filo conduttore delle attività del Consorzio in questi primi mesi del 2022 sono infatti gli States, in particolare New York. Per il comparto del Parmigiano Reggiano, il mercato americano ha un’importanza strategica: gli Stati Uniti sono infatti il primo Paese di destinazione della Dop.

Nel 2021 sono state esportate negli Usa 12.867 tonnellate di prodotto: un dato in crescita del 10,4% rispetto al 2020.

 Il Parmigiano Reggiano punta sugli Stati Uniti e riparte dalla ristorazione  
Per il secondo anno consecutivo il Parmigiano Reggiano ha partecipato a Identità Golose con l’obiettivo di stringere un patto sempre più forte con il mondo della ristorazione.
Il vero nemico del Parmigiano Reggiano, infatti, non è solo il Parmesan venduto all’estero, benché si stimi che il giro d’affari della contraffazione, considerando soltanto l’area extra-Ue, sia pari a 2 miliardi di euro per circa 200mila tonnellate di prodotto, vale a dire 15 volte il volume del Parmigiano Reggiano Dop esportato.
Anche la mancanza di trasparenza è motivo di preoccupazione, perché lascia il pubblico - in virtù di una mutata sensibilità - in uno stato di incertezza sulla qualità e sull’origine del formaggio che viene utilizzato come ingrediente o servito a tavola per completare un piatto.
 
Con una cena anteprima di Identità di Formaggio intitolata “Colpa d’Alfredo” e curata dallo chef Michele Casadei Massari, ha di fatto preso il via Identità Golose, il congresso che ha raccontato la grande tavola italiana e internazionale e che si è svolto a Milano dal 21 al 23 aprile al MiCo, il Milano Convention Centre. Il tema di questa edizione è stato «Il futuro è oggi».
E, proprio l’ultimo giorno del congresso, si è tenuta la sezione dedicata alla produzione casearia, tra i protagonisti di Identità di Formaggio c’è stato, per la seconda volta, il Consorzio del Parmigiano Reggiano che così porta avanti la sua collaborazione con Identità Golose.
La partnership è nata nel 2020 dalla volontà di creare uno spazio di dialogo tra le eccellenze casearie italiane e la ristorazione, due settori che vivono in simbiosi ma che devono ancora trovare il giusto equilibrio per ottimizzare la sinergia.
 

«Passatelli con crema di Parmigiano Reggiano» di Michele Casadei Massari – Foto Brambilla-Serrani.
 
«Il canale Horeca è rilevante e strategico per il nostro prodotto - ha dichiarato Carlo Mangini, direttore marketing e comunicazione Consorzio Parmigiano Reggiano - era settembre 2021 quando partecipammo allo scorso congresso di Identità Golose.
«Pensavamo fosse prossima la fine della crisi; oggi posso dire, numeri alla mano, che i primi 3 mesi del 2022 rappresentano l’uscita dalla crisi per la ristorazione, le nostre vendite hanno visto il 20% di crescita dei consumi nella ristorazione.
«È un successo per tutti i ristoratori del mondo aver superato la crisi causata dalla pandemia».
 
Sono 4 gli chef che hanno partecipato a Identità di Formaggio 2022: Riccardo Forapani del Cavallino di Maranello (Mo); Carmen Vecchione, alla guida di Dolciarte ad Avellino; Davide Oldani di D’O a Cornaredo (Mi); Michele Casadei Massari del Lucciola Italian Restaurant di New York.
«Il Parmigiano Reggiano negli States è conosciuto, usato come snack, come ingrediente e nel pairing, in abbinamento – ha dichiarato Casadei Massari, brand ambassador del Consorzio Parmigiano Reggiano – come addetto ai lavori amo raccontare storie, nel caso del Parmigiano Reggiano siamo davanti a una grande storia e a una tradizione, a un insieme di grandi valori.»

Giorgio Lazzari

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande