Home | Economia | Commercio | Dare il giusto peso alla sicurezza informatica

Dare il giusto peso alla sicurezza informatica

Che peso ha oggi la sicurezza informatica, visti gli attacchi hacker continui?

Il 2017 ha già visto importanti attacchi hacker che hanno fatto scalpore in tutto il mondo: l’ultimo protagonista è Petya, che ha messo in ginocchio diverse aziende in tutta Europa. Secondo alcune stime, i casi aumenteranno.
Questo porta le persone e le imprese a chiedersi quindi quanto peso abbia oggi la sicurezza informatica e quali sono le migliori armi per combattere questa cyber-guerra.
Oggi le persone e le aziende, indipendentemente dal tipo di business, sono connesse ad internet, sempre e costantemente. Questo tipo di canale è una condizione infatti necessaria per offrire ai consumatori migliori servizi e tempi di riscontro più rapidi.
 
Essere però sempre attaccati alla rete, significa rendersi di fatto più vulnerabili. Internet, di fronte a capacità informatiche straordinarie (terribili ma straordinarie), è una porta d’accesso facile al cuore dell’azienda, ai dati più riservati, ai documenti importanti, ai conti e a molte altre informazioni fondamentali per il buon funzionamento aziendale.
Già diversi sono stati i casi di imprese attaccate da hacker e secondo dati statistici, sono numeri che aumenteranno nel 2017.
 
Si dice infatti che questo sarà l’anno nero per quanto concerne la sicurezza informatica. Il motivo è semplice, fino ad ora gli attacchi hacker ci sono stati, ma non così massicci e virulenti e non hanno coinvolto strutture e aziende così importanti come quest’anno. Proprio per questo, non tutte le aziende si sono armate in modo adeguato per difendersi da queste aggressioni virtuali. I metodi tuttavia ci sono e sono diversi, non solo da quest’anno, è il concetto di sicurezza informatica che ha avuto sicuramente un peso diverso fino a poco tempo fa.
 
 Dare il giusto peso alla sicurezza informatica: le armi di difesa 
Difendersi dagli attacchi hacker è possibile, per farlo è importante restare sempre al passo con i tempi. Il mondo degli hacker infatti non dorme mai: dove ci sono sistemi nuovi, ecco che si sviluppano punti di vulnerabilità scoperti da questi criminali virtuali. Per difendersi la cosa migliore è rivolgersi ad aziende specializzate in sicurezza informatica, che possano fornire sistemi di difesa innovativi, altamente tecnologici e difficilmente vulnerabili. In alcuni casi risparmiare (nemmeno molto a dire il vero) non vale la candela, infatti sono molto più alti i costi per affrontare una violazione subita dagli hacker, senza contare i gravi disagi che causano.
 
Un’azienda per difendersi deve innanzitutto garantire la sicurezza dei dati (http://www.partnerdata.it/), renderli inaccessibili a chi non è autorizzato, garantirne l’integrità, ma deve al contempo averli disponibili.
Per la sicurezza delle informazioni delle infrastrutture web e web application sono necessari sistemi antivirus altamente specializzati, con frequenti test di vulnerabilità e identificazione delle lacunosità.
Non meno importante è salvaguardare le proprie informazioni mantenendone copia grazie a backup automatici continui.
In questo modo, eventuali attacchi riusciti, avranno ovviamente un peso del tutto diverso.
Altri strumenti per difendersi e garantire una maggiore sicurezza informatica sono per esempio le Independencekey che permettono di mettere in atto la crittografia informatica in diverse situazioni, i sistemi per fare telefonate criptate, il sistema delle smart card, i token USB, i sistemi biometrici digitali e particolari sistemi di identificazione e molto altro.
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande