Home | Economia | Commercio | Si può sempre cambiare gestore telefonico...

Si può sempre cambiare gestore telefonico...

Ma è bene capire se conviene, quale scegliere e come muoversi

image

>
Cambiare gestore telefonico conviene? Tutto dipende dalle casistiche e, soprattutto, da quale tipo di contratto telefonico stiamo parlando.
Vediamo dunque come muoversi sia nel caso dei piani per mobile sia nei piani casa.

 Cambio piano telefonico per smartphone 
Se ci concentriamo sul cambiamento dei piani tariffari per telefoni cellulari, non sempre rimanere inerti in attesa della scadenza del contratto conviene: certo, da un lato non si pagano le penali, ma dall’altro si continua a spendere per qualcosa che non ci interessa più.
Nel caso del mobile, considerando anche il fatto che oggi lo utilizziamo tantissimo per navigare e per chiamare, potrebbe convenire pagare le penali di recesso per poi risparmiare sui diversi mesi di contratto che altrimenti avremmo dovuto tollerare senza alcun tipo di esigenza.
 
 Cambiare gestore telefonico a casa 
Il discorso sul cambio del gestore telefonico a casa è molto più complesso.
Tuttavia sappiate che, anche in questa occasione, affrontare un costo di disdetta o una penale può essere un’azione da mettere in preventivo e che le cifre sono comunque superiori rispetto alle disdette da mobile: parliamo, infatti, di costi aggiuntivi che generalmente oscillano intorno ai 40-50 euro, ma che in alcuni casi possono anche arrivare a 80 euro qualora vi siano dei servizi extra.
Ciononostante le analisi di settore testimoniano che il cambio operatore comunque a lungo termine conviene, portando a un risparmio considerevole soprattutto perché la penale viene poi ammortizzata dalla tariffa più economica nei mesi a venire.
 
 Scegliere un nuovo piano casa 
Prima di tutto bisogna capire il servizio di cui abbiamo bisogno, se un pacchetto completo o solo un piano internet, soprattutto perché tra i piani tariffari casa più convenienti sul mercato figura quello solo Internet, che esclude del tutto la linea telefonica.
Se non si fa un uso intenso del telefono fisso varrà forse la pena non utilizzarlo e valutare una soluzione diversa, in tal caso si può scegliere se stipulare un contratto solo internet magari pagando le telefonate in base al consumo, oppure escludere totalmente l'uso del fisso e rivolgersi ad un operatore che sfrutta la tecnologia satellitare come Linkem, che propone ai propri clienti diverse soluzioni tra cui molte offerte Internet Wifi per la casa, totalmente slegate dalla linea telefonica. Invece, se volete avere la certezza di una linea telefonica avete moltissime altre possibilità tra cui scegliere.
 
 Nuovo gestore telefonico: come fare la migrazione? 
Nel caso aveste deciso di cambiare il vostro operatore Internet e di attivare un nuovo contratto con un gestore più economico e competitivo, per realizzare nel concreto la migrazione dall’uno all’altro sappiate che in base alle norme definite da Agcom, è il nuovo operatore a dover farsi carico delle operazioni di migrazione, e il vecchio deve accettare placidamente questo cambiamento senza opporsi e senza rallentare l’operazione, consentendo al cambio entro 30 giorni.
Ad ogni modo, dopo aver dato l’assenso via telefono, il cliente riceve comunque a sua tutela una mail che gli permette di confermare l’attivazione del servizio.
Se, invece, non volete passare a un altro operatore ma volete comunque cessare il contratto in essere allora dovete compilare l'apposito modulo di disdetta e inviarlo al vostro gestore, come spiegato qui.
Anche in quest'ultimo caso prestate molta attenzione alle tempistiche di disdetta e organizzatevi di conseguenza.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande