Home | Economia | Commercio | Come sono cambiate le abitudini del consumatore digitale

Come sono cambiate le abitudini del consumatore digitale

Commercio Online: il 42% degli Italiani cerca l’affare migliore, il 39% il prezzo più basso, il 38% quando trova quello che cerca... Ma alla base di tutto resta la fiducia

image

>
Oggigiorno fare acquisti online è una routine a cui tutti siamo abituati, bastano infatti pochi click per avere in casa tutto ciò che vuoi entro pochi giorni, l’e-commerce si è evoluto nel tempo fino a raggiungere oggi servizi sempre più esclusivi, sicuri e facili, basti pensare che puoi fare il tuo acquisto tramite pc, tablet o smartphone, puoi anche usare delle Applicazioni che ti consentono con una semplice registrazione di accedere al catalogo multimediale e scegliere il prodotto che fa per te.
L’avvento dello shopping online si diffuse a metà degli anni 90 in America con la nascita di colossi come Amazon e eBay anche se i loro primi anni furono difficili per via della scarsa velocità di internet e per l’insicurezza nei pagamenti da parte dei consumatori.
Si deve all’avvento dell’ADSL il definitivo salto di qualità delle vendite online grazie anche alla sua rapida diffusione in tutto il mondo.
 
Una differenza tra il pre e il post e-commerce sta nella possibilità di acquistare moltissimi prodotti provenienti da tutto il mondo comodamente da casa tua ed avere quindi l’oggetto che più desideri al prezzo più basso, cosa che invece non è possibile nel negozio sotto casa tua.
Ma il vero punto forte è il prezzo, uno store online non ha di certo i costi dei negozi fisici, abbattendo dunque affitti, personale e allestimento di vetrine il prodotto può essere venduto ad un prezzo minore con una scelta più ambia e completa.
Infine l’ultima differenza è racchiusa nella fiducia del cliente, se infatti un tempo ci si affidava alla vicinanza e alla cordialità dei negozianti di fiducia visti spesso come amici, adesso questo concetto viene associato all’oggetto e al sito che lo vende, trasferendo così il concetto di sicurezza e affidabilità dal negoziante al sito, in più, spesso molti siti offrono la possibilità di visionare attraverso immagini e video i dettagli del prodotto richiamando così la parte sensoriale del cliente e rendendo l’acquisto meno asettico.
La fiducia adesso si basa su un sistema di feedback positivi o negativi che i consumatori lasciano all’interno del sito in cui hanno acquistato il prodotto o dalle numerose discussioni di Forum sugli acquisti online.
La «Reputation Feedback» viene adottata da molti e-commerce ed è essenziale ai fini delle vendite, perché dei commenti negativi possono influenzare in modo consistente le vendite future, è necessario quindi tenere costantemente sotto controllo la propria reputazione sul Web.
 
In Italia lo shopping online si è diffuso solo negli ultimi 10/15 anni, lo studio condotto da Nielsen (istituto esperto nelle ricerche di mercato) ha messo in evidenza come diversi fattori incidono in maniera significativa nella scelta degli acquisti, infatti: «il 42% degli Italiani cerca l’affare migliore, il 39% spesso non trova gli articoli disponibili nello store, il 39% prima di un acquisto in un negozio attua una ricerca di prodotti online, sempre il 39% cerca il prezzo più basso, il 38% lo fa per la possibilità di guadagnare tempo, ed infine il 36% cerca opinioni online prima di acquistare un prodotto.»
Nonostante queste percentuali negli ultimi anni sempre più persone acquistano online, il cliente adesso è molto più consapevole e informato sul prodotto che vuole acquistare, in più, oggi esistono molti siti affidabili come i già citati Amazon e eBay, o Zalando, che si occupa della vendita di vestiti online.
Accanto alle grandi piattaforme di vendita multiprodotto in internet troviamo i negozi online specializzati in un settore. Tantissimi i rivenditori di elettronica, di auto usate, di elettrodomestici e di articoli per feste.
 
Un sito che è cresciuto rapidamente e che si sta affermando nel settore delle feste è www.festemix.com/, costruito su una struttura di numerose categorie di articoli per feste di ogni genere, dal compleanno, alle feste a tema fino alle feste stagionali.
L'esperienza di navigazione che offrono shop online come questo sono studiate per fornire all'utente l'opzione che sta cercando giocando su un catalogo molto vasto di prodotti; oppure se il potenziale acquirente è indeciso, la costruzione in categorie aiutarà a fornire spunti e idee su quale può essere la soluzione migliore.
Ciò che è chiaro è il cambio di abitudini del consumatore con l'avvento del commercio online, se prima la scelta era affidata all'offerta circoscritta in città, oggi si dispone di un catalogo potenzialmente illimitato, con l'abbattimento delle frontiere geografiche e sociali.
Questo cambio ha sicuramente portato il consumatore digitale ad adottare più spirito critico sull'acquisto, come il confronto dei prezzi e delle opinioni degli altri clienti in un panorama di commercio globale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande