Home | Economia | Industria | Francesco Orefice alla Presidenza dei Giovani Imprenditori

Francesco Orefice alla Presidenza dei Giovani Imprenditori

L’assemblea annuale di Confindustria Trento lo ha eletto col nuovo Consiglio direttivo

È Francesco Orefice il nuovo Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Trento.
L’elezione è avvenuta ieri sera a Villa Bortolazzi all’Acquaviva, dove si è svolta l’Assemblea annuale del Gruppo, chiamato a rinnovare la Presidenza e il Consiglio Direttivo, del quale entrano a far parte in qualità di Vicepresidenti Filippo Lamberti Silvelox Group Spa e Francesco Rosa, Dolomatic Srl, e in qualità di Consiglieri: Giulia Angeli, ZV Meccanica Srl; Leandro Karsten Barbosa, Sovecar Srl; Maria Vittoria Finco, Casearia Monti Trentini Spa; Valentina Ider, FIR Sas di FIR Servizi Srl; Christian Lorenz, Larentis Lorenz Srl.
 
Coamministratore dell’azienda Dial Funghi Srl, Orefice ha annunciato i cardini del suo programma, all’insegna del titolo «Il Nuovo Rinascimento».
«Negli ultimi anni – ha detto – siamo stati costretti ad adattarci nuovamente a uno scenario economico-sociale che ha comportato non solo un cambiamento dei modelli di business delle nostre aziende, ma ha influito tanto e troppo anche sui nostri comportamenti e stili di vita privati.
«Sta a noi giovani essere propositivi e cavalcare questo cambiamento: pertanto, sarà nostra premura lavorare sui fattori chiave che possano innescarlo, fattori fondamentali per questo Nuovo Rinascimento.»
 
Ne ha dunque citato i capisaldi: il ritorno alla condivisione e al piacere di stare insieme, l’investimento su una formazione dinamica, sul progetto di relazione con la scuola e sul collegamento con l’Università, continuità al progetto di solidarietà i «Giovani per i giovani», infine la collaborazione con i gruppi delle altre territoriali non solo a livello regionale ma soprattutto nazionale.
L’Assemblea, alla quale sono intervenuti anche il presidente di Confindustria Trento Fausto Manzana, la presidente della Piccola Industria Barbara Fedrizzi, il direttore generale Roberto Busato, si è aperta con l’intervento della Presidente uscente Martina Togn, che ha illustrato l’attività svolta nel corso del suo mandato.
 
«Un’esperienza nel corso della quale – ha detto Martina Togn – ci siamo trovati ad affrontare vari momenti difficili: i passi fatti sono stati densi di fatica, di speranza e orientati alla condivisione dei valori della nostra Associazione.
«Stiamo vivendo un periodo prolungato di instabilità e insicurezza; siamo stati colpiti da una serie di fattori di crisi e di discontinuità che hanno avuto un forte impatto su vari livelli e che fino a qualche tempo fa sarebbero state inimmaginabili.
«Ma questa crisi non ci ha piegati, non ci ha tolto la voglia di reagire, la grinta, la determinazione. Il nostro punto di forza è la condivisione, il fare sistema, essere una squadra.
«Credo che nei limiti delle nostre possibilità, stiamo fattivamente contribuendo in favore del cambiamento che auspichiamo per il nostro futuro.
«Come imprenditori, oltre che come cittadini, siamo responsabili per il territorio nel quale viviamo. Il lavoro del primo position paper del Progetto Duemilatrentino era incentrato sulla persona e sulla qualità della vita, per elaborare un modello centrato sul benessere dell’individuo, basato su un approccio integrato tra aziende e territorio.
«A nostro modo, come Gruppo, anche noi ci siamo concentrati su questo obiettivo.»
Nel corso della parte pubblica dell’Assemblea sono intervenuti anche i rappresentanti di Banca intesa per presentare scenari ed evoluzioni del contesto economico attuale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande