Home | Economia | Lavoro | Agricoltura, continua la campagna dell’Agenzia del Lavoro

Agricoltura, continua la campagna dell’Agenzia del Lavoro

È un’opportunità anche per i cassaintegrati e per i percettori di sostegni al reddito

Continua la campagna realizzata da Agenzia del Lavoro, in collaborazione con le Associazioni di categoria dell’Agricoltura (Confederazione Italiana Agricoltori, Confagricoltura, Coldiretti, Associazione contadini Trentini) e l’Ente bilaterale agricolo, finalizzata alla raccolta di candidature per lavorare nel settore agricolo nel periodo agosto- novembre 2020.
Attualmente, Agenzia del Lavoro registra quasi 2.000 persone candidate alle liste, dalle quali gli imprenditori agricoli potranno attingere per avanzare le loro richieste di personale e svolgere dei colloqui di selezione. Gli ambiti occupazionali riguardano la raccolta della frutta e la vendemmia, la coltivazione di frutteti e vigneti, l'allevamento e cura del bestiame.
Un’opportunità di lavoro per tutti, ma con un particolare focus sui cassaintegrati e percettori di ammortizzatori sociali.
 
A causa dell’emergenza epidemiologica, chi percepisce ammortizzatori sociali, solo per il periodo di sospensione a zero ore della prestazione lavorativa, chi percepisce NASpI e DisColl, o anche Reddito di cittadinanza può stipulare con datori di lavoro del settore agricolo contratti a termine con una durata fino a 30 giorni, rinnovabili per ulteriori 30 giorni, nel limite di 2.000 euro per l’anno 2020, senza subire la perdita o la riduzione dei benefici previsti.
Come specifica la circolare INPS numero 76 del 2020, in caso di contratto in linea con l’articolo 94 del Decreto Rilancio le prestazioni di CIG, Naspi, DisColl e reddito di cittadinanza non verranno né sospese né abbattute e per i beneficiari non decade il diritto a riceverle.
 
Ci sono, però, precisi limiti alla compatibilità dell’attività lavorativa con gli strumenti di sostegno al reddito:
- il contratto non deve essere superiore a 30 giorni e alla scadenza può essere rinnovabile solo per altri 30 giorni, prendendo in considerazione le giornate di effettivo lavoro e non la durata in sé del contratto di lavoro;
- la retribuzione non può superare i 2.000 euro per l’anno 2020.
 
 Come candidarsi 
Compila il form di candidatura seguendo le indicazioni fornite sul sito di Agenzia del Lavoro (www.agenzialavoro.tn.it).
La candidatura sarà segnalata agli imprenditori agricoli in cerca di personale e ti consentirà di effettuare dei colloqui di lavoro.
 
 Come richiedere personale 
Gli imprenditori agricoli possono richiedere i nominativi dei lavoratori disponibili compilando il modulo disponibile sul sito di Agenzia del Lavoro (www.agenzialavoro.tn.it) o rivolgendosi alla propria Associazione di categoria e all’Ente bilaterale agricolo.
 
 Per maggiori informazioni 
- Vai alla sezione dedicata sul sito di Agenzia del Lavoro: www.agenzialavoro.tn.it
- Invia una email a domanda.offerta.adl@agenzialavoro.tn.it

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni