Home | Economia | Moda | Essere eleganti in tempo di crisi – Di Virna Pierobon

Essere eleganti in tempo di crisi – Di Virna Pierobon

Vivienne Westwood dice: «Comprate meno, scegliete bene e mischiate il tutto» (Alcuni semplici consigli, magari utili)

image

Pensate a quante persone veramente eleganti incontrate, o meglio notate camminando per le strade ovunque vi troviate: ormai pochissime, ma quelle poche colpiscono.
«Quelle eleganti» si vedono nelle riviste, capita qualche rara volta di vederle per strada, in occasioni pubbliche di lavoro o a una festa, dove il nero fa sempre chic e molto bon ton, la seta anche.
I tempi dei tailleur impeccabili della mamma che, pur facendo la casalinga per piacere, sfoggiava impeccabilmente, sembrano davvero lontani, non a caso, un secolo fa.
 
Oggi ci sono davvero meno ragazze e altrettante donne che sanno vestirsi con eleganza e con gusto.
Quelle che sanno come valorizzarsi veramente, perché hanno in se quel senso del gusto e quell’essenziale marcia in più che fa di per se la differenza anche se le incontri struccate e stropicciate una mattina presto.
E noi chic e con indosso qualcosa di veramente elegante, taglio sartoriale, non cheap, riusciremo di nuovo a fare capolino prima di dover pensare sempre e comunque al nostro contro in banca che sventola bandiera rossa?
 
Invece c’è una speranza perché fortunatamente con un budget limitato è possibile creare un look «chic & cheap» (elegante ma non costoso).
Basta prendersi un po’ di tempo, cercare nei posti giusti e seguire certe regole che fanno subito eleganza. Ormai anche le grandi firme hanno anche sul web outlet virtuali dove compri borse Vuitton o Hermes ad un terzo del prezzo di cartellino e così l’affare è già fatto.
La moda, anche quella di fascia più alta, dove con un accessorio fai la differenza, è sbarcata sul web. Su Facebook, alle donne iscritte fanno l’occhiolino da mesi inserzioni di ogni tipo dalle scarpe irresistibili, alle borse agli abiti da scegliere in privé della moda virtuali.
 
Questo è il nuovo modo di vendere in questo tempo.
Chiusi i negozi si passa ai mega store online, da Yoox, al più recente Zalando, ai grandi marchi in saldo ad invito ce n’è davvero per tutti.
Basta saper giocare un po’ sull’infinito contenitore del web.
Poi gli outlet, con i grandi stilisti in fascia ribassata, allora si che Valentino e Re Giorgio, sembrano amici di un tempo perduto.
Infine gli imperdibili mercati di certe città o località di vacanza, dove trovi veramente dal cachemire che anticipa la stagione alle ballerine colorate più fashion del momento ad un terzo del prezzo di negozio.
 
Ma come essere eleganti? Un consiglio insindacabile arriva dalle parole di Vivienne Westwood, indiscussa regina della moda inglese, dove tra eccessi e stramberie non ci si annoia mai, ma dove lo stile ha un suo indiscusso rigore: «Comprate di meno, scegliete bene e mischiate il tutto».
Ecco lo specchio dei nostri tempi, quel melting pot che siamo diventati dentro e fuori. La giacca classica con jeans e sneaker, l’etnico negli abitini, i tessuti e tagli stile homeless visti all’ultimo Pitti Uomo.
Poi molto urban style, tute che costano ormai come abiti, tessuti impalpabili e molta informalità a parte per chi per lavoro o ruolo non può certamente presentarsi a un CdA, senza tailleur o tasmania che sono sempre e comunque di rigore.
Ma certe sciarpe, viste sulle spiagge a Goa, occhieggiano in abbinamento anche agli abiti più leggeri della prossima estate sia da uomo che da donna.
 
Ecco alcuni semplici consigli per valorizzare i capi che sicuramente non mancano nel vostro guardaroba.
L’abbinamento bianco/nero è sempre elegante e di effetto. La combinazione bianco/nero/bianco è infallibile.
Abbinate dei pantaloni neri di buon taglio con una camicetta bianca ed il look è fatto, scarpa giusta, mini pochette e via per una serata indimenticabile.
Se preferite una gonna con un top nero e un piccolo cardigan fa subito chic anche con le scarpe più alte del solito.
Oppure optate per capi neri bordati di bianco, o vice versa. Insomma, lasciatevi ispirare dai classici dettagli in puro stile Chanel. Orecchini e collane compresi.
 
Comprate o scegliete capi dalle linee classiche, quelli che non passano mai di moda ad ogni cambio di stagione e hanno quel che in sé di intrinsecamente elegante.
Non devono mancare mai: pantaloni a sigaretta, pantaloni con la piega, camice a maniche lunghe, se con le rouches e magari di seta sono perfette anche da sole per la sera, gonne dritte, mai sopra il ginocchio, blazer blu o neri che stanno su tutto, qualche golfino, un impermeabile, e un jeans che sia degno di tale nome.
 
Dovrebbero prevalere le tinte unite e le fantasie classiche, i colori accesi o gelato pur in grande spolvero in questa primavera, stanno bene a pochi e volano per una stagione.
oi alla fine di cose eleganti ne usiamo davvero poche, quindi su quelle cerchiamo di dare il meglio unendo essenziale ad eleganza e portabilità.
Le tonalità chic sono senza tempo sono sicuramente: nero, bianco, blu scuro, grigio perla, tonalità naturali terra, con qualche apertura sul lilla.
Le fantasie eleganti da sempre sono pochissime: il gessato, il pied de poule ed il classico bianco e nero, lo stampato floreale di altissima qualità.
 
Poi sono gli accessori che fanno da sempre la differenza, colpiscono e dettagliano una scelta o un look.
Vanno usati per personalizzare il vostro look.
Una collana giusta su un total nero, o al contrario sul bianco dove una bella collana etnica fanno uno stile deciso. Chi vi guarda, lo nota al volo.
Negli accessori vale sempre la pena di investire un minimo e anche del tempo per cercarli, durante un viaggio, nei mercatini, in posti non usali, spesso lì certi accessori sono più accessibili ma anche in certe boutique dove spesso fanno bella mostra oggetti etnici come bijou, sciarpe, cinture.
L’accessorio è un must che rende unico il vostro look.
 
Poi visti i tempi non dimenticate mai che sinonimo di eleganza semplice, che la stilista del vostro look siete voi e che le firme ostentate sono completamente fuori corso.
Ed infine sono fortunatamente sempre essenziali la cura di sé ed il portamento, tratti distintivi, immediati dell’eleganza senza tempo, dell’amore e della cura che ognuno di noi dedica a sé e trasmette agli altri. La sicurezza e l’eleganza di come ci si muove, cammina o siede sono già di per sé uno stile oltre ogni abito che come si suol dire non sempre fa il monaco.
 
E come sempre poi di moda siamo noi!
 
Virna Pierobon
v.pierobon@ladigetto.it
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo