Home | Economia | Ricerca e innovazione | Imprenditori e giovani talenti da tutta Italia fanno «Scintille»

Imprenditori e giovani talenti da tutta Italia fanno «Scintille»

Preparazione dei team di studenti che lavoreranno al fianco delle imprese trentine

image

>
Vengono da tutta Italia, da Trento fino a Bari, i giovani talenti selezionati nell’ambito del bando «Scintille». Alla sua seconda edizione, l’iniziativa promossa da Trentino Sviluppo con la Provincia autonoma di Trento e la startup specializzata VGen, coinvolge team di studenti per rispondere con l’innovazione alle esigenze delle imprese trentine.
Numerose le candidature raccolte, tra le quali sono stati selezionati i 25 studenti.

Il programma, svolto in parte online in parte in presenza, si sviluppa in sei settimane e porterà allo studio di proposte concrete che poi le aziende potranno realizzare nell’ambito della propria attività.
Meccanica, Data Science, informatica, e fisica, ma anche finanza, design e architettura. Vengono da prestigiose università italiane e sono specializzati in ambiti diversi i partecipanti al progetto Scintille 2021. Nelle prossime settimane lavoreranno in team multidisciplinari, mettendo le loro competenze al servizio delle imprese trentine.
 
L’iniziativa si basa sull’Open Innovation e quindi sul contatto tra le esigenze concrete espresse da un gruppo di realtà imprenditoriali trentine, selezionate attraverso apposito bando, e la spinta creativa dei giovani talenti.
Le aziende coinvolte sono Dana Italia, Audaces Europe, Colmegna Nord, Consorzio Elettrico di Storo e Power On. Le «sfide» lanciate ai team di studenti sono diverse e spaziano dalla sensoristica alla formazione.

«Un’occasione per le aziende - sottolinea Monica Carotta, direttrice dell’Area attrazione e location management di Trentino Sviluppo - di ricevere spunti e idee “fresche” da parte di giovani che stanno ultimando il loro percorso di studi e che rappresentano quindi anche delle potenziali risorse per potenziare il proprio organico. Questa iniziativa consente ai giovani di apprendere specifiche metodologie di open innovation e di farlo dentro progettualità concrete finalizzate a trovare soluzioni a specifiche richieste aziendali».
 
Conclusa la fase di selezione, ora i 25 studenti sono nel pieno del percorso di formazione loro dedicato, al termine del quale inizierà il processo di sviluppo delle soluzioni.
I team saranno seguiti nella strutturazione di proposte realizzabili, ritagliate sulle specifiche esigenze espresse dalle aziende coinvolte.
Saranno proprio gli imprenditori, dopo aver ascoltato le soluzioni frutto del lavoro svolto dai team, a confermare se la scintilla è scoccata e scegliere quali approfondire e realizzare all’interno della propria azienda.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande