Home | Economia | Ricerca e innovazione | Ivonne Forno guida la Fondazione HIT

Ivonne Forno guida la Fondazione HIT

L’ex direttore generale di Laborfonds è stata nominata Presidente del Consiglio di Amministrazione di Hub Innovazione Trentino

image

Concluso definitivamente il passaggio ad ente di sistema della Fondazione Hub Innovazione Trentino, riconosciuta come ente strumentale della Provincia autonoma di Trento. La Giunta provinciale ha nominato nella seduta di venerdì 28 gennaio 2022 la nuova presidente della Fondazione per la durata di quattro anni, rinnovabile per un ulteriore mandato. Si tratta di Ivonne Forno, già responsabile legale di Pensplan Invest Sgr e del Progetto Pensplan e da ultimo direttore generale di Laborfonds.

Selezionata tra una rosa di tre candidati di alto profilo a Forno è stato affidato il compito di guidare la fondazione provinciale per il trasferimento tecnologico e la valorizzazione dei risultati del sistema della ricerca trentina. Forno subentra a due anni e mezzo di presidenza di Paolo Girardi, ex direttore generale di GPI spa e attuale direttore generale di Anffas Trentino onlus, e sarà affiancata dai consiglieri nominati dai membri fondatori di HIT: Marco Baccanti (direttore generale di Trentino Sviluppo), Francesca Demichelis (prorettrice alla ricerca dell’Università di Trento), Fulvio Mattivi (professore e ricercatore della Fondazione Edmund Mach) e Andrea Simoni (segretario generale della Fondazione Bruno Kessler).
 
Nominato il nuovo consiglio di amministrazione di Hub Innovazione Trentino nella sua configurazione a cinque componenti. Alla guida Ivonne Forno che a seguito della nomina a presidente ha dichiarato: «La Fondazione HIT svolge un ruolo fondamentale nel campo del trasferimento tecnologico trentino e di stimolo all’innovazione e allo sviluppo economico del nostro territorio. È per me un onore e una grande sfida prendere il timone di una fondazione che ha recentemente consolidato la sua vocazione pubblica e che genera risultati così importanti per tutto il sistema della ricerca e dell’innovazione trentina. Ringrazio la Giunta provinciale per avermi scelto e accolgo questo nuovo incarico con grande entusiasmo e il massimo impegno».

L’Assessore Achille Spinelli augurando buon lavoro alla neo-presidente ha dichiarato: «In HIT la Provincia crede molto, è una fondazione per sua natura vocata alla facilitazione di quel dialogo e trasferimento delle conoscenze in grado di far accadere cose concrete, ricadute significative per il nostro benessere e il nostro futuro. Siamo sicuri che gli importanti risultati conseguiti dal presidente uscente saranno replicati dalla dott.ssa Ivonne Forno, una professionista di grande esperienza nella quale riponiamo la nostra massima fiducia, e alla quale auguriamo di cuore buon lavoro».
 
Il Presidente uscente, Paolo Girardi, ha ringraziato l’Assessore e dichiarato: «In questi anni HIT ha dimostrato di essere un ente di sistema, che per il sistema lavora e che di questo sistema è in grado di farsi portavoce. Il riconoscimento quale ente strumentale della Provincia è un passaggio importante al quale abbiamo lavorato molto con i soci e con l’Assessore Spinelli, che ringrazio per la tenacia con cui ha promosso questo disegno di legge. Ora è un vero piacere per me passare il testimone a Ivonne Forno e ad un consiglio di amministrazione di grande spessore e notevoli competenze. Troveranno un team solido e appassionato, formato da professioniste e professionisti che operano alle frontiere nell’innovazione della ricerca. Sono convinto che sarà un'avventura estremamente arricchente dal punto di vista umano e professionale».

La Fondazione stimola l'innovazione del sistema economico e produttivo trentino promuovendo il dialogo e il trasferimento di conoscenze e competenze tra i propri fondatori (Università di Trento, Fondazione Edmund Mach, Fondazione Bruno Kessler e Trentino Sviluppo) e il sistema economico-sociale.
In particolare si occupa di promozione delle tecnologie e dei risultati della ricerca, valorizzazione della ricerca e analisi dei fabbisogni tecnologici delle imprese, nuove startup dalla ricerca, formazione e sensibilizzazione sui temi della ricerca, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico, studi e previsione delle tendenze future, posizionamento del sistema trentino attraverso un’attività di networking nazionale e internazionale.

L’iter di trasformazione in ente strumentale della Provincia autonoma di Trento è durato quasi un anno. A seguito delle modifiche apportate alla legge provinciale sulla ricerca dalle l.p. 29 ottobre 2020, n. 11 e l.p. 14 giugno 2021, n. 14, la Fondazione ha avviato la modifica del proprio statuto, approvato in data 3 novembre 2021 dall’Assemblea Generale e successivamente dalla Giunta provinciale.
Oltre al nuovo Consiglio di Amministrazione, la Provincia ha nominato anche il collegio dei revisori, composto da Michele Cavalieri, Saveria Moncher e Maria Letizia Paltrinieri.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande