Home | Economia | Ricerca e innovazione | Tecnoclima investe in tecnologia e crea occupazione in Trentino

Tecnoclima investe in tecnologia e crea occupazione in Trentino

Firmato oggi l’accordo tra l’azienda, sindacati e l’assessore allo sviluppo economico e lavoro, Alessandro Olivi

Nel pomeriggio di oggi è stato sottoscritto un accordo tra Tecnoclima, sindacati e Provincia autonoma di Trento che, grazie anche ad un finanziamento pubblico, prevede il potenziamento della produzione, in virtù dello sviluppo di nuovi prodotti, e un aumento del livello occupazionale dagli attuali 62 dipendenti a 75 entro i prossimi due anni.
Tecnoclima è un’azienda trentina, con sede a Pergine, specializzata nella produzione di apparecchi per il riscaldamento, condizionamento e trattamento dell’aria.
L’accordo si basa sul progetto di ricerca «Roof-top» per lo sviluppo di nuove unità di trattamento che, mediante un nuovo sistema di gestione dell’aria, assicura alta efficienza energetica e un minor impatto ambientale.
L’investimento complessivo sarà di poco inferiore ai due milioni di euro (1,98 milioni) con un contributo da parte della Provincia autonoma di Trento di 859 mila euro.
«L’accordo di oggi – ha sottolineato il vicepresidente ed assessore provinciale allo sviluppo economico e lavoro, Alessandro Olivi – ha una forte valenza in quanto rafforza la presenza in Trentino di un’azienda di qualità, incrementa l’occupazione (20% in più) e rafforza la filiera industriale della meccanica evoluta.
«Il sostegno della Provincia ai progetti di ricerca e sviluppo delle aziende rappresenterà sempre di più una leva per lo sviluppo competitivo della nostra manifattura.»
 

 
Grazie al progetto di ricerca, Tecnoclima intende sviluppare una nuova gamma di apparecchiature per il riscaldamento e la climatizzazione dell’aria modulari e flessibili, di semplice installazione, con alta efficienza e ridotto impatto ambientale.
Il contributo di 859 mila euro sarà erogato in 5 rate annuali a partire da quest’anno.
Ilaria Vescovi, amministratore delegato di Tecnoclima, ha voluto ringraziare gli attori dell’accordo.
«Apprezzo lo spirito collaborativo e questo accordo è la dimostrazione che il successo del Trentino è dovuto anche al fatto che ognuno fa bene quello che sa fare, nel rispetto dei ruoli.
«Tecnoclima investe perché crede nell’innovazione. Questo è il primo progetto di ricerca applicata, attuato grazie all’intervento degli strumenti negoziali della Provincia, e riguarda lo sviluppo di prodotti innovativi in un mercato internazionale che richiede sempre più competitività.
«Per noi, l’intesa di oggi è certamente l’inizio di un percorso e non un punto di arrivo.»
 
Secondo quanto previsto dall’accordo, le conoscenze acquisite con il progetto di ricerca consentiranno alla società di migliorare il proprio posizionamento sul mercato in termini, tra gli altri, di livello tecnologico, prestazionale, qualitativo e di servizio al cliente.
Tecnoclima è una realtà industriale con una forte propensione all’export - nel corso del 2014 il fatturato estero ha superato il 75% - che prevede di aumentare ulteriormente grazie ai risultati del progetto di ricerca e con la commercializzazione di nuovi prodotti innovativi.
Già oggi, Tecnoclima può contare all’estero su due società tecnico – commerciali in Francia e in Russia, fondamentali - secondo l’azienda - per operare con successo in aree di mercato strategiche.
L’assessore Olivi ha anche ricordato la partecipazione dei lavoratori al progetto.
«È un atteggiamento che va visto con favore perché consente ai dipendenti di conoscere gli investimenti e le ricadute all’interno dell’azienda.
«Non dobbiamo dimenticare che il successo dell’azienda è la migliore garanzia per il futuro comune. Chi investe, garantisce solidità all’impresa e pone le condizioni per incrementare l’occupazione e lo sviluppo.»
 
Per quanto riguarda l’ambito trentino, la società si rivolge per la proprio produzione a fornitori locali per l'acquisizione di beni e servizi, generando un indotto di circa 1 milione di euro all’anno: la quota - secondo il programma di sviluppo industriale - sarà ulteriormente incrementata nel corso dei prossimi anni.
L’accordo sottoscritto oggi prevede che Tecnoclima mantenga gli obiettivo occupazionali (75 dipendenti entro il 2018) per i successivi 4 anni (fino al 2022).
Nell’intesa è anche prevista una finestra per i giovani occupati, per i quali Tecnoclima offrirà due posizioni all’anno di tirocinanti, presso gli stabilimenti in Trentino, per gli anni 2017, 2018 e 2019, nell’ambito del programma «Garanzia Giovani».
In cambio del contributo pubblico, Tecnoclima si impegna, tra l’altro, a svolgere in Trentino attività produttiva di beni o servizi connessa alla ricerca agevolata per cinque anni dal termine del progetto di ricerca.
Inoltre l’azienda dovrà mantenere le sede produttive in Trentino per dieci anni nonché versare, sempre in Trentino, le imposte.
La stessa Tecnoclima sarà chiamata a utilizzare, in via esclusiva per un periodo di cinque anni dalla conclusione del progetto, i risultati ottenuti dalla ricerca per finalità di carattere produttivo e commerciale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande