Home | Esteri | UNESCO: Angonese entra nel Comitato consultivo scientifico

UNESCO: Angonese entra nel Comitato consultivo scientifico

­Walter Angonese rappresenterà la Provincia di Bolzano nel Comitato Scientifico della Fondazione Dolomiti UNESCO


Walter Angonese.

La nomina di un nuovo membro del Comitato scientifico è stata oggetto della riunione del consiglio di amministrazione della Fondazione Dolomiti UNESCO tenutasi oggi a Belluno.
Su proposta dell'assessora provinciale, Maria Hochgruber Kuenzer, Walter Angonese è stato nominato membro del Comitato scientifico consultivo in rappresentanza della Provincia di Bolzano.

«Sono molto lieta che la candidatura del professor Angonese sia stata accettata anche dagli altri membri del Consiglio, che ne apprezzano la grande esperienza anche a livello internazionale», - ha dichiarato l'assessora Hochgruber Kuenzer al termine dell'incontro.
«Sono certo che nei prossimi tre anni Angonese saprà fornire un contributo importante e costruttivo al Comitato scientifico consultivo».

Allo stesso tempo, Hochgruber Kuenzer ha ringraziato Roland Dellagiacoma, che dal 2010 ha rappresentaot la Provincia di Bolzano «con grande competenza, professionalità e impegno».
 
  Il profilo 
Nato a Caldaro nel 1960, Angonese è attualmente direttore dell’Accademia di architettura dell'Università della Svizzera italiana a Mendrisio, dove insegna come professore ordinario dal 2011. Laureato presso lo IUAV di Venezia, ha insegnato all’Università di Innsbruck ed è stato professore a Vienna, Palermo, Reggio Calabria, Monaco di Baviera, Zurigo, Milano, Porto e Viseu, Berlino. I suoi lavori hanno ricevuto numerosi premi e riconoscimenti a livello internazionale.
 
  Il Comitato scientifico consultivo 
Il Consiglio di amministrazione della Fondazione Dolomiti UNESCO nomina, secondo quanto previsto dal suo statuto (Art. 11) il Comitato scientifico, composto da cinque componenti, con la funzione di prestare consulenze tecnico-scientifiche ed esprimere a richiesta pareri sulle materie e problematiche di competenza della Fondazione; può altresì esprimere un parere sul monitoraggio della gestione e dell’attività di ricerca, con la facoltà di proporre miglioramenti. Il Comitato scientifico dura in carica tre anni.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande