Home | Esteri | L’Egitto ha un nuovo presidente, è l'ex generale Abdel Fattah al Sisi

L’Egitto ha un nuovo presidente, è l'ex generale Abdel Fattah al Sisi

Come previsto ha avuto il 93% dei voti: da odiato repressore a salvatore della patria

image

Pare dunque che l’Egitto preferisca dotarsi di presidenti eletti in condizioni sempre singolari.
L'ex generale Abdel Fattah al Sisi, autore della cacciata del capo di Stato islamista Mohamed Morsi, ha vinto le presidenziali egiziane con una stragrande maggioranza, il 93%.
L’unico sfidante, Hamdine Sabbahi, con il solo 3% ha ammesso la sconfitta, ma ha mosso anche dei dubbi sui numeri reali dell’affluenza al voto. La percentuale ufficiale dice che è andato a votare il 47% degli aventi diritto.
Secondo gli osservatori europei, tuttavia, l’aspetto più positivo è che le elezioni si siano svolte in un clima caldo sì ma tutto sommato ma nel rispetto della legge.
Adesso la gente chiede che i militari tornino nelle caserme e che vengano riprese le normali attività civili.
L’Egitto ha bisogno di riforme e di tranquillità. Ha una soglia di povertà sul 40%, un’altissima disoccupazione, problemi di natura energetica, necessità di infrastrutture.
Ma soprattutto ha bisogno di riprendere in pieno il settore economico più importante, quello turistico. Il quale può farcela solo se il paese torna sicuro e tranquillo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni