Home | Esteri | L’avvocato Tacopina abbraccia in carcere Chico Forti

L’avvocato Tacopina abbraccia in carcere Chico Forti

Il nuovo avvocato, che lavorerà «pro bono», è convinto dell’innocenza dell’ex imprenditore trentino

Si è concluso con un forte e caloroso abbraccio il doppio incontro in carcere in Florida tra Enrico “Chico” Forti e l’avvocato statunitense Joe Tacopina, che ha assunto operativamente la difesa dell’imprenditore trentino per giungere alla revisione del suo processo concluso 14 anni fa con la condanna all’ergastolo per omicidio.
Una sentenza divenuta in questi anni praticamente definitiva per il diniego contrapposto delle autorità giudiziarie della Florida ad ogni richiesta di riapertura del caso avanzata dai legali del trentino.
Una ingiustizia, così la definiscono partenti e amici di Forti, contro la quale negli ultimi anni si stanno battendo proprio i famigliari con amici, politici, giornalisti, imprenditori e decine di migliaia di cittadini italiani che stanno sostenendo la causa.
 
La visita di quello che è considerato uno dei principi del Foro di New York è coincisa con la presenza a Miami del parlamentare trentino on. Mauro Ottobre, che sulla vicenda giudiziaria ha già presentato una interrogazione alla Camera dei Deputati ed intende proseguire nella sua azione politica di sensibilizzazione a livello italiano.
In Florida Tacopina è stato accompagnato da Sean Crowley (già capitano del dipartimento di polizia di New York City) e da una squadra di investigatori.
In una settimana di lavoro a Miami sono già stati intervistati i testimoni, è iniziata una nuova revisione dei documenti e parallelamente ci sono stati gli incontri con l'On. Ottobre e il Consolato italiano.
 
La presenza dell’ avv. Tacopina e del parlamentare italiano segna una nuova accelerazione nel lavoro che punta a scrivere una pagina nuova nella lunga vicenda legale che vede sfortunato protagonista Chico Forti.
«Noi siamo più convinti più che mai che Chico sia innocente – è il primo commento del legale di New York. – E nonostante gli evidenti ostacoli troveremo certamente un modo per correggere quella che appare una ingiustizia. Forti mi sembra proprio una persona speciale.»
 
La squadra investigativa guidata dall’avvocato Tacopina, che è affiancato  da un altro legale, ha già effettuato un sopralluogo sulla scena del presento crimine di cui è accusato l’imprenditore trentino.
Contestualmente è iniziato un lavoro di ricerca di testimoni grazie anche alle indicazioni fornire dallo stesso Forti.
I due incontri in carcere sono serviti al legale e al suo team proprio a mettere a fuoco molti dettagli di quella nebulosa vicenda, che quattordici anni fa ha portato «Chico» alla condanna all’ergastolo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni