Home | Esteri | Collaborazione fra Trentino e Iran sulla sostenibilità ambientale

Collaborazione fra Trentino e Iran sulla sostenibilità ambientale

La delegazione iraniana ricevuta oggi dall’assessore all’ambiente Mauro Gilmozzi

image

Una delegazione iraniana, composta da politici, accademici ed imprenditori, interessata a sviluppare nel grande paese medio-orientale le tecnologie sulla sostenibilità ambientale, ha incontrato oggi, in Provincia a Trento, l’assessore all’energia e ambiente Mauro Gilmozzi, accompagnato da Fabio Berlanda direttore dell’Agenzia provinciale per l’Energia e da Raffaele Farella dirigente del servizio internazionalizzazione della PAT.
La delegazione è arrivata in Trentino ieri per una visita di due giorni su invito del Dipartimento di Ingegneria civile dell’Università di Trento per approfondire il progetto DSUE, avviato dall’Ateneo trentino alla fine del 2013, in collaborazione con la società iraniana MERC-BLP e le Nazioni Unite.
Si tratta di un progetto che intende realizzare uno strumento di facile applicazione per la valutazione del grado di sostenibilità delle città e definire gli interventi per il miglioramento delle condizioni del territorio urbano.
Nel corso della giornata la delegazione ha poi fatto visita all'impianto fotovoltaico della Metalsistem di Rovereto e alla centrale idroelettrica di Santa Massenza.
 
«Il Trentino – ha detto Gilmozzi – essendo un territorio piccolo e di montagna è da sempre molto attento al tema della sostenibilità ambientale, trasformando lo svantaggio di vivere in un territorio difficile, nell’opportunità di puntare sull’ambiente come motore di sviluppo.
«Aria, acqua e territorio, attorno a questi elementi – ha spiegato Gilmozzi alla delegazione guidata dal vice ministro per l’ambiente del governo iraniano Seyed Mohammad Mojabi, – la Provincia autonoma di Trento lavora per costruire un sistema che ponga la sostenibilità come obiettivo strategico e quindi puntando su stili di vita in grado di ridurre i consumi di energia ed i livelli di inquinamento, favorendo la mobilità alternativa e la produzione di energia da fonti rinnovabili.»
 
Gilmozzi ha poi evidenziato l’importanza di educare e coinvolgere i cittadini nelle politiche sostenibili, a cominciare dalla scuola e nel contempo fare in modo che le imprese a livello locale siano interessate economicamente in questo tipo di produzioni.
«Lavorando in questa direzione e mettendo insieme l’Ente pubblico, l’Università e le imprese – ha concluso Gilmozzi – abbiamo costruito in Trentino un polo di eccellenza a livello internazionale nel settore della sostenibilità ambientale e sempre più spesso ci troviamo a discutere con delegazioni di paesi stranieri interessate alle competenze tecniche delle imprese trentine o ai progetti sviluppati in questo campo dai centri di ricerca.»
 
Al termine dell’incontro Reza Pourvaziri, direttore dell'organizzazione governativa iraniana Middle East Research Center – MERC-BLP, ha chiesto all’assessore Gilmozzi di entrare a far parte del comitato esecutivo del progetto DSEU e ha preso l’impegno di candidare il Trentino a divenire un punto di riferimento per l’organizzazione nel campo della sostenibilità ambientale, auspicando di portarci alcune delegazioni di sindaci iraniani e del medio-oriente per studiare le soluzioni qui adottate.
Nel corso della giornata la delegazione ha poi fatto visita all'impianto fotovoltaico della Metalsistem di Rovereto e alla centrale idroelettrica di Santa Massenza.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni