Home | Esteri | Elezioni in Gran Bretagna: Theresa May perde la maggioranza

Elezioni in Gran Bretagna: Theresa May perde la maggioranza

Aveva voluto le elezioni anticipate per rafforzare la sua leadership, ma ne esce fortemente indebolita e costretta a una Brexit morbida

Va detto subito che comunque sarà lei a formare il nuovo governo, ma il «colpo gobbo» che aveva tentato per rafforzare la sua leadership sciogliendo il parlamento e portare il paese a elezioni anticipate le è rimbalzato addosso come un boomerang.
Il suo partito, conservatore, rimane il primo partito del paese, ma la maggioranza non ce l’ha più e per formare il nuovo governo deve allearsi con altri partiti.
Il resuscitato leader laburista Corbyn dice di essere già pronto a «servire il suo Paese». Ovviamente non da premier, ma certamente come leader di un’opposizione determinata sui temi che lo hanno fatto tornare a livelli di Tony Blair.
 
May non ha perso solo la maggioranza, ma anche la forza necessaria per negoziare Brexit. Che alla fin dei conti era il motivo per cui aveva sciolto il parlamento.
Per questo i suoi antagonisti dicono che la May ha perso anche la faccia. D’altronde, non ci ha pensato neppure due volte a procedere alla formazione del nuovo governo di coalizione.
Gli altri convinti europeisti, come i nazionalisti scozzesi di Nicola Sturgeon, perdono rovinosamente, passano da 56 a 35 seggi a tutto vantaggio dei laburisti. Il che significa che la causa scozzese europeista si annacqua e inevitabilmente si allontana il sogno di un altro referendum per la secessione scozzese.
Insomma, hanno vinto i moderati.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni