Home | Esteri | Afghanistan | Immediata risposta USA all’attentato di Kabul

Immediata risposta USA all’attentato di Kabul

Con un drone gli USA hanno ucciso il terrorista che aveva ideato l’attentato


Nella foto un drone «Predator» italiano, simile a quello usato per uccidere il terrorista.

 
La vendetta americana invocata da Biden è stata immediata.
Lo riferisce la Casa Bianca, precisando che il terrorista ISIS che aveva rivendicato l’attentato di Kabul è stato riconosciuto, localizzato e neutralizzato.
Il tutto è avvenuto con l’impiego di un drone che - contrariamente ai terroristi che colpiscono alla cieca - non avrebbe provocato vittime civili.
Secondo la stessa fonte, il criminale si stava portando in Pakistan per sfuggire alle stesse forze talebane.
 
Va ricordato a questo punto che l’attentato perpetrato all’aeroporto di Kabul ha provocato la morte di quasi 200 persone e il ferimento di altrettanti civili.
Tra questi, tre cittadini britannici di cui un bambino, mentre i Marines uccisi sono stati 13.
Secondo una più precisa ricostruzione dell’attentato, si sarebbe trattato di un solo kamikaze che, facendosi esplodere con un’autobomba, ha innescato l’esplosione di altre strutture a rischio di esplosione.
Secondo l’intelligence, tuttavia, c’è il pericolo concreto di altri attentati.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande