Home | Esteri | Afghanistan | Verso la nostra missione in Afghanistan/ 4 – Istituzioni

Verso la nostra missione in Afghanistan/ 4 – Istituzioni

Le 34 province, la polizia, il Presidente della Repubblica, il Parlamento»

image

Suddivisione amministrativa

L'Afghanistan è suddiviso in 34 province dette «Velayat»
Le province sono a loro volta suddivise in distretti.
Esistono diversi distretti omonimi tra le varie province.



Le 34 province dell'Afghanistan

1 Badakhshan
2 Badghis
3 Baghlan
4 Balkh
5 Bamiyan
6 Daikondi
7 Farah
8 Faryab
9 Ghazni

10 Ghowr
11 Helmand
12 Herat
13 Jowzjan
14 Kabul
15 Qandahar
16 Kapisa
17 Khowst
18 Konar

19 Konduz
20 Laghman
21 Lowgar
22 Nangarhar
23 Nimruz
24 Nurestanik
25 Oruzgan
26 Paktia
27 Paktika

28 Panjshir
29 Parvan
30 Samangan
31 Sar-e Pol
32 Takhar
33 Vardak
34 Zabol


Forze armate e di polizia

Attualmente la polizia afgana (Afghan National Police) ha in organico più di 70.000 uomini ma potrebbe raggiungere gli 80.000 secondo i nuovi piani di reclutamento.
L'addestramento è gestito dall'Afghanistan Police Program e impartito principalmente dall'esercito statunitense e da quello tedesco (le unità anti-narcotici sono invece addestrate dall'esercito inglese, la costruzione del sistema legale è affidata a quello italiano e la dispersione di gruppi armati illegali alle forze armate giapponesi).

Nonostante sia la polizia a mantenere ufficialmente l'ordine qualche volta sono i comandi militari regionali ad occuparsi di ciò, soprattutto nelle campagne.
Nel 2003, su decisione della NATO, il mandato dell'ISAF fu esteso oltre l'area di Kabul.
Nonostante ciò le aree in cui mancano truppe internazionali sono spesso sotto il controllo delle milizie islamiche; per riprendere il controllo di queste zone, sprovviste della copertura di forze di polizia, è stato inviato l'esercito afgano (Afghan National Army).

La polizia è stata accusata di trattamento improprio nei confronti dei prigionieri e, in molte aree, non ha investigato riguardo a crimini comuni a causa della mancanza di personale e/o comunicazioni.

Attualmente l'esercito conta 90.000 uomini ma i piani sono di portarli a 250.000 nei prossimi anni. A causa del maggior controllo internazionale, le forze armate non sono afflitte dalla corruzione tanto quanto la polizia.

È inoltre presente un servizio aereo, l'Air Corps Afghan Melli-e Ourdou, in gran parte ancora non operativo.
Recentemente sono stati visti alcuni progressi: sono infatti stati addestrati alcuni equipaggi per pilotare gli elicotteri Mil Mi-17 e Mil Mi-24 e gli aerei di trasporto tattico Antonov An-32. Il personale, in gran parte ancora addestrato nell'era comunista, è di 3.600 uomini, comprendenti 450 piloti (tra i quali vi sono anche alcune donne).
Sono previsti 65 nuovi velivoli per il 2011.



Presidente

L'Afghanistan ufficialmente è una repubblica islamica. L'attuale presidente, il primo dalla caduta dei Talebani nel 2001, è Hamid Karzai, già Capo di Stato ad interim fra il 2001 e il 2004, poi eletto nel 2004 e riconfermato, nonostante i brogli a lui contestati, nel 2009, in seguito al ritiro del suo sfidante al ballottaggio, Abdullah Abdullah.
Nato a Kandahar, Karzai proviene da una famiglia di etnia Pashtun.
Il governo nonostante ciò subisce una forte influenza dai talebani.

Parlamento

Il Parlamento è bicamerale: la camera bassa (Wolesi Jirga, Camera del Popolo) è composta da 249 membri (dei quali almeno 64 devono essere donne e 10 sono eletti dai nomadi Kuchi) e i membri, in carica per 5 anni sono eletti su base distrettuale, a suffragio universale; la camera alta (Mesherano Jirga, Camera degli Anziani) è invece composta da 102 membri, un terzo dei quali eletti da consigli distrettuali per 3 anni, un terzo eletti da consigli provinciali per 4 anni e un terzo nominati dal Presidente per un mandato di 5 anni.
La camera bassa ha la responsabilità di scrivere e ratificare le leggi e di approvare le azioni del Presidente, mentre la camera alta svolge una funzione prevalentemente consultiva, oltre ad avere in alcuni casi potere di veto.

4 - Continua



Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande