Home | Esteri | Afghanistan | Dellai: «Siamo fieri del vostro lavoro. Tutto il Trentino è con voi»

Dellai: «Siamo fieri del vostro lavoro. Tutto il Trentino è con voi»

Gli auguri di Natale scambiati in videoconferenza tra le autorità trentine è i nostri alpini a Herat

image

Le autorità sono andate oggi alla Caserma Cesare Battisti per fare gli auguri di Natale agli alpini del 2° Reggimento del Genio Guastatori, che dallo scorso mese di novembre sono sul teatro operativo dell'Afghanistan, nella regione di Hertat.
C'erano il presidente della Provincia Lorenzo Dellai, il Commissario del Governo prefetto Francesco Squarcina, il Questore Giorgio Iacobone, l'assessore provinciale Lia Beltrami, presidente e vicepresidente dell'ANA di Trento, rispettivamente Giuseppe Dematté e Maurizio Pinamonti.
Da parte dei militari, c'erano un centinaio di soldati in forza al Reggimento, il comandante del «Distaccamento presso la sede di Trento» capitano Emiliano Lazzerini e, collegati in videoconferenza, il colonnello comandante Pierluigi Scaratti e i suoi collaboratori attualmente di stanza nella regione di Herat.

Il comandante del Reggimento si collega tutte le settimane in videoconferenza per motivi di servizio, ma oggi lo scopo del tele incontro è stato lo scambio degli auguri di Natale.
Le autorità si sono susseguite al microfono per salutare i nostri ragazzi, a partire dal prefetto Squarcina, che ha ringraziato per la grande considerazione che il comandante del Reggimento ha dimostrato di nutrire per le istituzioni statali presenti in Trentino.

Il presidente Dellai ha ricordato come la Provincia autonoma di Trento consideri trentini tutti i ragazzi del 2° Reggimento Genio Guastatori e non solo quelli effettivamente residenti.
«State portando avanti lo spirito altruistico della nostra gente - ha detto il Presidente - che è quello di adoperarsi per aiutare coloro che sono in difficoltà, fino al punto di rischiare la propria vita per loro. Siamo fieri del vostro lavoro, tutto il Trentino è con voi.»

«Grazie al Trentino per il suo impegno qui in Afghanistan - ha detto il colonnello Scaratti. - Grazie anche per il calore che ci trasmettete. È più facile lavorare sapendo che c'è qualcuno a casa che sa cosa stiamo facendo.
«In proposito - ha aggiunto il colonnello - desidero informarvi che sono appena stati completati i lavori di ristrutturazione della scuola femminile a Qal'a-i-Kuhna, nel Gulistan, dove ci troviamo in questo momento. E' stata finanziata con i fondi della Provincia, ma è stata ricostruita con la manodopera locale, cosa che ha fatto felice moltissi lavoratori del posto. Sono queste iniziative che rendono la nostra missione più umanitaria.»

«Abbiamo finanziato anche altre iniziative - ha aggiunto l'assessore Lia Beltrami, ringraziando a sua volta il colonnello. - Così come abbiamo fatto per la scuola, sistemeremo un acquedotto che andrà a soddisfare 8.000 persone e sempre per il vostro tramite.»

La Provincia ha stanziato 18.000 euro per la ricostruzione della scuola e altri 20.000 per l'acquedotto. Mai forse è stato speso così poco per ottenere risultati così grandi.
Anche il presidente dell'ANA e il cappellano militare hanno formulato i propri auguri ai ragazzi che passeranno il natale lontano dalla loro base, dalla loro terra.

Il servizio sulla scuola ricostruita in Afghanistan con finanziamenti trentini. tramite questo link.
Nelle foto che seguono, un momento della videoconferenza, quando Dellai parla con Scaratti.



Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni