Home | Esteri | Afghanistan | La Brigata Julia sta per ammainare la bandiera: si torna a casa

La Brigata Julia sta per ammainare la bandiera: si torna a casa

Le prime corrispondenze inviate da Ubaldo Cordellini dall'Afghanistan

image

Ubaldo Cordellini ci ha inviato le prime corrispondenze fotografiche dall'Afghanistan.
Al momento ha visitato la nostra base di Shindand e la base avanzata Ice nel Gulistan.
Come possiamo vedere dalla serie di foto che abbiamo montato in sequenza dinamica, si tratta dei primi passaggi di consegne da parte del generale Bellacicco, comandante della brigata Julia, ai parà della Folgore. Tra una settimana ci sarà il ritorno a casa degli ultimi uomini della Brigata cui fanno parte anche i Reggimenti di stanza a Vipiteno e a Trento.
Nelle ultime due foto, vediamo militari italiani e il vicegovernatore del Gulistan che stanno lasciando la scuola ricostruita a Qali-I-Quna (vicino al nostro avamposto Ice) dal 2° Rgt. Genio di Trento con la manodopera afghana e i fondi della Provincia autonoma di Trento.
In quella provincia abbiamo costruito anche l'acquedotto (che i nostri lettori conoscono bene) che riesce a soddisfare 8.000 persone.
Come da tradizione italiana, il nostro esercito sbarca solitamente armi e banchi di scuola. I banchi rimangono sempre. a ricordo della nostra umanità.


Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni