Home | Esteri | Afghanistan | Afghanistan, inagurata la 62ª scuola «italiana»: è per 300 bambini

Afghanistan, inagurata la 62ª scuola «italiana»: è per 300 bambini

Si trova a 75 km Nord di Herat, nel distretto di Kushk Rabat-e-Sangi

image

Questa mattina è stata inaugurata dal PRT (Provincial Reconstruction Team) Italiano una scuola a 75 km a Nord della città di Herat nel distretto di Kushk Rabat-e Sangi.
La scuola è stata costruita per ospitare 300 fra bambine e bambini del villaggio di Karize Khuni, un villaggio raggiungibile soltanto attraversando una strada sterrata di 20 km che si sviluppa per colline e valli e dove la maggior parte delle persone vivono di agricoltura e allevamento.

Alla semplice cerimonia hanno voluto partecipare le più alte autorità della provincia che hanno ringraziato il comandante del PRT, Colonnello Paolo Pomella, per quanto il governo italiano ha fatto e continua a fare per tutta l'area in termini di sicurezza e sviluppo.
È questa infatti la 62ª scuola costruita dai militari italiani e la sua realizzazione rappresenta il compimento di un altro degli oltre 45 progetti di ricostruzione identificati e in attuazione per il 2011.

Oggi alla gioia dei bambini, ai quali a temine dell'inaugurazione solo stati donati zainetti, penne e quaderni, si è aggiunta quella degli anziani del villaggio, gli elders, che con le autorità convenute hanno partecipato una shura, una discussione aperta, allo scopo di capire quali sono le esigenze del villaggio e indirizzare l'attività di governo per il progresso dell'area.

La consapevolezza che ancora molto ci sia da fare ma al tempo stesso la convinzione in un futuro migliore che passi proprio dai bimbi di un villaggio povero come quello di Karize Khuni sono i principi che guidano l'impegno quotidiano dei militari italiani.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni