Home | Esteri | Afghanistan | Soldato USA uccide 16 civili afghani, tra cui donne e bambini

Soldato USA uccide 16 civili afghani, tra cui donne e bambini

La strage dimostra il forte disagio che stanno attraversando i militari USA e l'intera problematica del loro recupero una volta tornati a casa

Un militare americano ha compiuto una strage sparando freddamente a donne e bambini afghani nella provincia di Kandahar.
Ieri notte si era allontanato dalla base con le proprie armi individuali e si era portato prima in un villaggio e poi in un altro.
In entrambi i casi ha aperto le porte casa per casa e ha sparato a tutto quello che viveva.
Infine ha cosparso di benzina e ha dato fuoco.
Terribile il conteggio finale: 16 morti.
 
Le autorità americane non sono sicure che si tratta di un solo militare piuttosto che di un gruppo. Certo è che la strage ha messo in crisi i rapporti tra Stati Uniti e Karzai.
Una decina di giorni fa si era verificato un altro incidente, quando gli americani avevano bruciato pubblicamente delle copie del Corano.
Ne era seguita una sommossa vera e propria, che portò all’uccisione di decine di persone, tra le quali anche degli americani.
Il gravissimo incidente rischia di mettere in pericolo l’intera strategia di sganciamento dal teatro afghano da parte delle forze Nato, tra le quali, come si sa, si sono anche 3.500 soldati italiani.
 
Questa è una nuova prova del disagio vissuto dai soldati americani e l’incapacità dei superiori a comprendere quando si spezza l’equilibrio nei propri militari.
Obama ha assicurato che la giustizia farà il suo corso (ci mancherebbe), ma ci pare che ci sia un lungo lavoro da fare, a partire dalla rimozione dei superiori diretti del militare (o dei militari) coinvolti.
Non sappiamo se la strage metterà a rischio anche la sicurezza delle forze italiane di stanza a Herat, ma la domanda che ci si pone in questo momento è rivolta al circuito di recupero cui tutti quei soldati devono essere sottoposti per tornare a vivere in una società civile.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande