Home | Esteri | Afghanistan | Afghanistan. Attaccato avamposto italiano, ucciso un militare

Afghanistan. Attaccato avamposto italiano, ucciso un militare

Altri cinque soldati italiani sono rimasti feriti in seguito all'attacco con un mortaio

image

Un soldato italiano è deceduto e altri cinque sono rimasti feriti, a seguito di un attacco con colpi di mortaio, avvenuto alle ore 18.00 circa (in Italia 14.30), contro la FOB (avamposto) «ICE» in Gulistan, nel settore Sud-Est dell’area di responsabilità italiana, assegnata alla Task Force South-East, su base del 1° Reggimento Bersaglieri.
 
Il personale ferito è stato subito soccorso e trasferito in elicottero all’ospedale militare da campo della Coalizione più vicino, che è quello americano di Delaram.
Sono in corso le azioni per informare i familiari dell’accaduto.
 
In mattinata l'avamposto era stato attaccato a colpi di mortaio (finiti fuori bersaglio) ed erano stati inviati degli elicotteri Mangusta per contrastare l'attacco. 
Le pomeriggio l'avamposto è stato nuovamente attaccato per colpi ripetuti (un solo mortaio) e stavolta tre bombe sono cadute all'interno della base, uccidento un nostro militare e ferendone altri 5. 
A questo punto è stato chiesto l'intervento di un F18 americano (i nostri caccia non sono armati di bombe), che ha sganciato due bombe sul posto indicato dai nostri militari. 
La minaccia è stata così neutralizzata. 

Il Gulistan è una delle parti più violente della regione affidata militarmente all’Italia, dove la Provincia autonoma di Trento ha ricostruito una scuola femminile distrutta dai Talebani e costruito un acquedotto che serve 8.000 persone.
 
Le foto dell'avamposto Ice sono state scattate un anno fa.
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni