Home | Esteri | Afghanistan | Afghanistan: 7.000 ore di volo per i Mangusta

Afghanistan: 7.000 ore di volo per i Mangusta

L'impegno è costantemente in aumento per far fronte alle crescenti necessità del Regional Command West

image

La componente EES (Elicotteri da Esplorazione e Scorta) dell’Aviazione dell’Esercito, con gli A129 MANGUSTA, ha iniziato ad operare in Afghanistan nel Giugno del 2007, intraprendendo l'avventura più difficile della sua storia, con condizioni limite all'ordine del giorno, volando con temperature estreme e vertiginose altitudini di pressione.
Dai primi rischieramenti sulla piazza del mercato di Qal’Eh-Ye Now che, all'occorrenza, diveniva una pista di decollo, al sempre più affollato aeroporto di Herat, in cinque anni gli A129 Mangusta hanno superato le 7.000 ore di volo.
 
Assetto fondamentale e strumento flessibile da impiegare quale forza di manovra a supporto delle unità terrestri, il Mangusta ha garantito la sicurezza dei  reparti delle Forze Armate italiane che si sono succeduti nel teatro operativo afghano.
L'impegno profuso è costantemente in aumento per far fronte alle crescenti necessità del Regional Command West, in un periodo importante e delicato quale quello della Transizione, che vede le Forze di Sicurezza afghane sempre più protagoniste e garanti della legalità in Afghanistan. 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni