Home | Esteri | Afghanistan | Afghanistan: il Combat Out Post «Mono» ceduto agli afghani

Afghanistan: il Combat Out Post «Mono» ceduto agli afghani

E' uno dei primi trasferimenti delle competenze italiani alle forze armate Afghane

image

Nell’ambito delle attività connesse con il processo di transizione, presso la FOB Columbus, a Bala Mourghab, sede del Comando della Task Force North, su base 8° reggimento bersaglieri, il Comandante Col. Massimiliano Sforza ha ufficialmente sancito il trasferimento, primo nel Regional Command West, area a guida italiana, del «caposaldo» Mono al personale di una unità dell’esercito afghano.
 
La cessione di Cop Mono è un importante tassello che porta alla consegna dell’area attualmente sotto la responsabilità Italiana alle forze Afghane, che da oggi in poi saranno chiamate a tenere sotto controllo la delicatissima area attraversata dalla strada denominata «Bronze», che collega il Paese con il vicino Turkmenistan .
Il Cop «Mono», teatro di violenti scontri tra militari italiani ed insorti, roccaforte e frontiera nell’ambito della «Security Bubble», simboleggiava il baluardo più a nord su cui sventolava la bandiera Italiana e da cui è possibile scorgere a poca distanza il Turkmenistan.
 
In questa zona, nei pressi del vicino villaggio di Kawe Mullawi, il 25 luglio 2011 si compiva l’estremo sacrificio, nell’adempimento del dovere, del C.le Magg. Sc. David Tobini.
Il trasferimento del COP segna  il processo di transizione iniziato un mese fa e che si completerà nel prossimo mese con la cessione dei COP «Croma» e «Victory», a premessa della consegna definitiva dell’area di Bala Mourghab alle Afghan National Secutiry Forces (ANSF).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni