Home | Esteri | Afghanistan | Lancio di razzi sulla base italiana di Shindand, nessun ferito

Lancio di razzi sulla base italiana di Shindand, nessun ferito

Fine d’anno di massima allerta per i nostri ragazzi impegnati nella missione di pace in Afghanistan

image

I talebani hanno scelto, certamente non a caso, la notte di Natale e il Capodanno occidentale per effettuare piccole azioni di disturbo contro le nostre truppe dislocate in Afghanistan.
Difficilmente su Herat, troppo pericoloso per loro. Ma le basi decentrate sono state oggetto di attentati e di lanci di razzi.
Ieri in tarda serata, alle 19 ora locale, è scattato l’allarme di rocket-attak. Un razzo, lanciato da una distanza di 4-5 chilometri, è finito nell’area aeroportuale che fa parte della base, anche se quel tratto non è gestito dagli italiani.
 
Per fortuna la guardia non viene mai abbassata, per cui se sono riusciti tutti a mettersi al riparo nei bunker per tempo, anche la reazione è stata immediata.
Si sono alzati in volo gli elicotteri per localizzare la minaccia, mentre la forza di reazione si è portata rapidamente sul luogo dove il razzo è partito.
Come si sa, la reazione di fuoco di altri paesi sarebbe stata quasi automatica. Il codice militare in tempo di pace, invece, consente la reazione solo dopo aver preso visione che non c’è rischio di danni collaterali che coinvolgano persone civili.
 
Scrive lo stimato collega Vincenzo Rubano (nella foto), che era stato con noi in Libano e che ieri si trovava nella base al momento dell’attacco, racconta che stava già in mensa per poter poi uscire di pattuglia con i militari secondo un piano prestabilito.
Scattato l’allarme, sono corsi nei bunker e vi sono dovuti restare per 90 minuti.
Poi il cessato allarme con il rientro della forza di reazione. 
La pattuglia non è più uscita e i ragazzi si sono messi il cuore in pace. Si fa per dire, ovviamente, ma il brindisi di mezzanotte non gliel'ha tolto nessuno.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande