Home | Esteri | Afghanistan | L'Italia ricostruirà il palazzo di giustizia di Farah distrutto dai talebani

L'Italia ricostruirà il palazzo di giustizia di Farah distrutto dai talebani

Ammontano a 600 milioni di dollari gli investimenti fatti dall’Italia per il sostegno civile dell’Afghanistan

Lo scorso mese di aprile un attacco suicida dei talebani in tribunale Farah nell'ovest dell'Afghanistan uccise 53 persone tra agenti di polizia e civili afghani, altre 100 vennero ferite.
Il palazzo di giustizia è stato completamente distrutto.
Ora lo Stato italiano vuole ricostruire il palazzo di giustizia, nell’ambito degli impegni assunti per la ricostruzione dell'Afghanistan.
Inoltre, l’ANA ha assicurato che oltre al palazzo di giustizia saranno costruite anche delle pompe in alcuni villaggi della provincia di Herat.
 
L'Italia ha circa 3.500 soldati impegnati in Afghanistan, la maggior parte dei quali sono basati nella provincia di Herat.
Oltre alle forze di sicurezza, milioni di dollari sono stati spesi per la ricostruzione di Herat e Farah province nell'ovest dell'Afghanistan.
I soldati italiani lasceranno l'Afghanistan entro il 2014, ma il governo italiano ha assicurato Il sostegno economico e l'educazione in Afghanistan anche dopo quella scadenza.
 
La popolazione è fiduciosa che le nuove forze afghane di ricostruzione potranno assumere la sicurezza del Paese anche dopo l’abbandono delle forze NATO.
Una relazione approvata dal Presidente dell'Afghanistan dimostra che in Italia negli ultimi undici anni, ha contribuito 600 milioni di dollari per la ricostruzione dell'Afghanistan.
 
Wahab Siddiqi

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni